Boniek appena eletto Vice presidente Uefa, spara subito a zero contro Agnelli: “Mi ha tolto la Stella allo Stadium, potrei dire 1000 cose su di lui”

962

L’ex giocatore della Juventus Zibi Boniek è stato appena nominato da Ceferin Vice presidente della Uefa.

Il polacco sembra quasi non aver aspettato altro che vestire la divisa ufficiale dell’Uefa per attaccare pubblicamente Andrea Agnelli e la Juventus.

Queste le parole di colui che anziché mantenere un profilo di imparzialità per il nuovo ruolo ricoperto, ha invece approfittato della visibilità mediatica offerta in questi giorni convulsi che vedono la Uefa protagonista per aver sventato la nascita della SuperLega.

Boniek cavalcando l’onda di fango contro Agnelli l’ha accusato di aver stralciato la sua Stella dall’Allianz Stadium:

Andrea Agnelli? Preferisco non parlare di lui, mi ha tolto la stella dallo Stadium per quello che avevo fatto con la Juventus. Potrei dire mille cose su di lui, ma preferisco rimanere in silenzio e tenermi tutto per me”, parole apparentemente innoque ma che denotano l’astio dell’ex bianconero nei confronti di Agnelli.

E poi sulla SuperLega: Una Superlega esiste già ed è l’attuale Champions League: in questa competizione partecipano solo i migliori, quelli che vanno avanti per merito sportivo. Quella programmata da altri era un circuito chiuso per quindici squadre. Hanno l’ossessione di vincere, ma non hanno saputo gestire i conti. Perché il Napoli non poteva rientrare nella Superlega? Perché doveva essere invitata di tanto in tanto e non parteciparvi di diritto? Non è meno importante delle altre società. Quei quindici club avrebbero dato una sorta di elemosina alle altre”