Andrea Bosco: “È un campionato farlocco. Gravina assegni subito, se ne ha il coraggio, lo Scudetto all’Inter e congeli classifica. Danneggiati leali e cretini”

470

Il giornalista e scrittore di fede juventina Andrea Bosco dedica un intero articolo per contestare la decisione di rinviare Inter – Sassuolo puntando il dito contro il presidente della Federazione Gravina:

Ora sarà contento che a decidere il calendario del campionato siano le Asl? Immagino che neppure lui potrebbe a questo punto negare che il campionato 2020-2021 sia stato falsato. Per sua responsabilità”,  giornalista.

Andrea Bosco spiega le ragioni che hanno portato ad un epilogo del genere: “Non costituirsi al Coni, lasciare il giudice Sandulli senza difesa, consentire al Napoli di inzuppare il biscotto senza un minimo di contraddittorio ha prodotto la slavina della farsa del “rinvio“ sine die di Juventus – Napoli. E ora la valanga dei rinvii a tappeto”.

Era ipotizzabile che la sentenza, senza discussione nel merito, da parte dell’inamidato presidente Frattini, oltre che fare giurisprudenza, avrebbe innescato la “convenienza“ delle società colpite da Covid”.

Era già tutto chiaro: “Se il Napoli con due (dicesi due) contagiati ha potuto ottenere quanto ha ottenuto, è evidente che il Torino, ma ora anche l’Inter, con un numero di contagiati superiore a due, abbiano il diritto di vedere le proprie gare rinviate. E quelli che viceversa, le gare (pur con i contagiati) le partite le hanno egualmente disputate? Quelli se lo sono presi in saccoccia. Quelli avevano le Asl di riferimento, distratte. Quelli hanno rispettato il protocollo. Sono stati leali. E cretini. Perché solo dei cretini potevano pensare che la Federazione avrebbe mantenuto il punto. La Figc storicamente è una federazione che cambia le regole in corsa. Lo ha sempre fatto. Nessuno osi dire che il campionato è regolare. E’ farlocco.

Il giornalista è un fiume in piena: “Dice che Inter – Sassuolo potrebbe essere recuperata dopo la sosta delle nazionali il 7 aprile. In contemporanea con il recupero di Juventus – Napoli. O magari qualche ora dopo. Chiamatela, se volete, “provocazione“. Farebbe cosa saggia Gravina, a chiuderla qui: assegnando lo scudetto all’Inter e congelando la classifica. Evitando lo scempio al quale stiamo assistendo.

“Ma Gravina non lo farà. Ha Il terrore del Tar. E’ questo, probabilmente , l’inconfessabile motivo per il quale la Federazione non si è costituita al Coni: il timore che De Laurentiis, sconfitto al Coni potesse poi, come un Gaucci, ricorrere al Tar. La gabbia l’ha aperta il Coni. Ma la Figc, fuggita da quel dibattimento, è risultata complice.