Sconcerti: “I guai di Zhang, il Covid di Handanovic e tutta la dirigenza saltata per virus. L’Inter comincia ad avere troppi problemi”

2402

Si moltiplicano di ora in ora i guai per l’Inter di Antonio Conte. A prenderne atto è stavolta l’autorevole firma sportiva del Corriere della Sera Mario Sconcerti, che lancia l’allarme attraverso un video editoriale sul sito di calciomercato.com.

L’Inter comincia ad avere davvero troppi problemi”, le prime parole di Sconcerti, che poi si cale nei dettagli.

L’assenza di Handanovic è l’ultimo e il più passeggero, ma è comunque serio. Radu è un portiere normale, quindi da un errore a partita. Non si sa quando sbaglierà, ma lo farà”, profettizia il giornalista.

Inoltre, racconta Sconcerti, “la squadra è poi diventata improvvisamente corta. E’ legata a Vidal o Eriksen, che già sono di miscela diversa. Se gioca Gagliardini l’Inter cambia, il centrocampo si irrobustisce e frena. Ha perso condizione anche Hakimi, troppo soffocato davanti ad avversari che si chiudono”.

Oltre i problemi tecnici, Mario sconcerti mette in risalto anche quelli che sonio i problemi societari che attanagliano i nerazzurri: “E’ saltata per virus tutta la dirigenza, in un momento in cui le notizie che arrivano sulla società sono contraddittorie, molto difficili da interpretare”.

In conclusione, spiega Sconcerti: “Mi sembra che la speranza generale sia che gli Zhang rimangano […] Il problema reale, enorme, è capire come si possa amministrare una grande società di calcio avendo come socio il governo cinese. Perché è quello il punto, un terzo di Suning ora è del governo. Chi decide cosa, soprattutto nelle spese strategiche? E i tempi di Zhang coincidono con quelli degli stipendi ai giocatori? Con le scadenze del calcio che comincia tra due mesi?”, si chiede Sconcerti.