Capuano accusa: “Tifosi Juve ringhiano di rabbia ma loro ingrati e con scarsa memoria”

676

L’eliminazione della Juventus dalla Champions League ha scatenato l’ira dei tifosi bianconeri nei confronti di società e allenatore.

Non è però dello stesso parere il giornalista di Panorama Giovanni Capuano che considera lo sfogo dei fan della Vecchia Signora esagerato.

E proprio attraverso le colonne di Panorama il giornalista bacchetta i tifosi bianconeri parlando di scarsa memoria degli juventini ricordando loro “che tutto quello che è accaduto in questi anni e che ha portato al disastro del Porto lo hanno quasi sempre voluto, acclamato, difeso anche contro la logica. Quelli che oggi etichettano Paratici come incapace (e con lui Agnelli che lo ha messo alla guida della parte sportiva), sono gli stessi che brindavano per il licenziamento di Marotta al grido «la Juve ai giovani»”, ricorda Capuano.

Prosegue Capuano: “E che dire di Allegri? Insolentito per mesi, accusato di rappresentare un calcio vecchio e senza appeal, non vincente in Europa – lui che ha portato la Juve a due finali di Champions League -, contestato anche nelle vittorie. Insultato dopo il ko contro l’Ajax che, al confronto con lo scempio successivo, è stata quasi una colpa minore”.

Quanti juventini adesso lo rimpiangono, dopo aver attraversato il periodo di Sarri e quello di Pirlo. A proposito del quale resterà nella memoria dei pochi che all’epoca alzarono almeno un sopracciglio in segno di distinguo l’apertura di credito sgangherata e acritica. Pirlo non è un incapace oggi e non era un ‘Maestro’ allora”.

Marotta-Allegri-Pirlo: zero memoria in chi oggi ringhia di rabbia. E che ha scaricato anche Ronaldo dopo aver accettato per due anni e mezzo qualsiasi cosa, attaccando come nemico chi sottolineava alcune incongruenze”, tuona ancora Capuano.