Antonio Conte: “L’esperienza alla Juve è stata importante, ma ci sono arrivato con il bagaglio costruito precedentemente”

3621

Nel corso di un’intervista a il Corriere della Sera, Antonio Conte ha raccontato dell suo passato e della sua attuale esperienza sulla panchina dell’Inter, sua acerrima rivale ai tempi della Juventus.

“Il Conte giocatore aveva vinto tutto, il Conte allenatore è ripartito da zero. Mi sono messo in forte discussione. Chi ha giocato in grandi squadre pensa di poter essere un allenatore, invece è totalmente diverso. Ho avuto un percorso che mi ha portato ad arrivare al pianeta Inter molto più preparato. Il competitor, la Juve, aveva creato un solco. L’Inter da un anno e mezzo è una squadra che ambisce a vincere.

L’esperienza alla Juve è stata importante, ma ci sono arrivato con il bagaglio costruito precedentemente. Mi avevano sconsigliato l’Inter. Sono per le sfide e l’Inter è la più difficile della mia carriera“.

Alla domanda se sarebbe rimasto a lungo all’Inter, Conte ha risposto: “Un allenatore, quando decide di sposare un progetto è felice se ha la possibilità di lavorare a lungo nello stesso club. Se si è costretti ad andar via dopo poco c’è solo amarezza. Dare la propria impronta e restare per tanti anni è la cosa più bella. È anche più semplice lavorare dopo aver seminato bene. Mi piacerebbe ci fosse una continuità in tutto”.