Cerruti: “Fuori dalla Champions, senza nemmeno scivolare in Europa League e ora fuori anche dalla Coppa Italia. Ecco perché Lo scudetto diventa un traguardo obbligato”

837

Ora per l’Inter si mette davvero male. E le parole del giornalista Alberto Cerruti non sono certo confortanti.

Fuori dalla Champions, senza nemmeno la consolazione di scivolare in Europa League come l’anno scorso, e da martedì sera fuori anche dalla Coppa Italia. Ora più che mai lo scudetto diventa un traguardo obbligato, per l’Inter in generale e per Antonio Conte in particolare”, sentenzia il giornalista attraverso le colonne di calciomercato,com.

Secondo il giornalista Beppe Marotta, fa bene a ripetere che le vicende societarie non condizionano il rendimento della squadra. L’esperienza, però, insegna che i passaggi di proprietà, a maggior ragione tra proprietà straniere, incidono eccome sui risultati del presente e ancora di più su quelli del futuro.

Cerruti lancia poi l’allarme: Visto che il gruppo Suning è intenzionato a cedere il pacchetto di maggioranza del club, o almeno una parte delle quote, per il bene dell’Inter bisogna sperare che il nuovo assetto societario prenda forma in tempi brevi, non oltre la fine di maggio, quando si concluderà il campionato e si dovrà pensare alla campagna acquisti”.

Dalla parole del giornalista sembrerebbe che anche Marotta e Conte non dormiranno sonni tranquilli. Entrambi infatti “sono arrivati quando il gruppo Suning è diventato proprietario del club, dopo la gestione di Thohir. Cambiare dirigenti e staff tecnico a stagione iniziata sarebbe rischiosissimo, per cui più il tempo passa più si complica l’inevitabile ristrutturazione del club a ogni livello”.

“Trovare un nuovo allenatore, visto che il futuro di Conte è sempre più incerto, non sarà facile se mancherà il tempo necessario per scegliere il sostituto ideale.”

Il giornalista per trovare risultanti confortanti in casa nearzzurra deve tornare indietro di 10 anni: “E per rimanere all’Inter, passata da Thohir a Zhang, l’ultimo successo nerazzurro risale alla gestione Moratti, quando dieci anni fa Zanetti e compagni sollevarono la coppa Italia, con Leonardo in panchina, vinta contro il Palermo”.