Carlo Nesti: “Maledetta sia quell’area avversaria vuota, quando non gioca Morata”

204

Il giornalista ed ex inviato sportivo della Rai Carlo Nesti ha analizzato ancora una volta la prestazione della Juventus.

Sui suoi canali social, Carlo Nesti sottolinea l’importanza di Alvaro Morata per questa Juventus

Maledetta sia quell’area avversaria vuota, quando non gioca Morata! Purtroppo per la Juventus, sia con Sarri, sia con Pirlo, si continua a registrare questa assurdità, nel momento in cui viene meno la figura tradizionale del centravanti”, scrive il giornalista.

Ad esempio, spiega Nesti, “nel Milan, quando manca Ibrahimovic, ci prova Leao. Nell’Inter, quando manca Lukaku, si prova Lautaro”.

Nella Juventus, invece, non ci prova nessuno, con il vantaggio di liberare i difensori centrali altrui, e dare il tempo ai centrocampisti di chiudere i varchi. In quei casi, Ronaldo dovrebbe capire la necessità di spostarsi in mezzo, senza farsi pressare a sinistra”, spiega il giornalista.

“E Dybala dovrebbe capire che più parti da lontano, più avversari hai da dribblare, e più esponi tibie, rotule e caviglie a linciaggi, come quello contro il Sassuolo. In rosa, solo Kulusevski può tentare di ovviare al paradossale vuoto tattico. Se no, ben venga l’arrivo di Scamacca o Llorente“, conclude Carlo Nesti.