Federico Chiesa: “Siamo la Juventus, vincere è quello che ci chiedono. Ora testa al Milan”

65

La Juventus inaugura il nuovo anno con una bella vittoria contro l’Udinese e grazie al risultato 4-1 si porta a casa tre preziosi punti.

Autore di una bella rete Federico Chiesa che ai microfoni di DAZN ha così commentato la partita:

“Nel secondo tempo abbiamo attaccato con più cattiveria. Nel primo tempo l’Udinese è stata brava a chiudersi e gli spazi erano molto stretti, però il mister voleva più ampiezza, proprio per creare questi spazi. Siamo stati bravi a riuscire a trovare il gol del vantaggio, poi nel secondo tempo l’Udinese si è aperta un po’ di più per recuperare la partita e lì siamo stati veramente cinici e vogliosi di portare a casa i 3 punti“.

In merito alla sua prestazione, Chiesa ha commentato:

“Ogni volta scendo in campo per il dare massimo per la squadra, ogni domenica entro in campo più sicuro. Poi entrando negli schemi del mister, ogni giorno in allenamento capisco sempre di più, quindi alla fine lo porto in campo.

La valutazione la faccio sui tre mesi, da ottobre. Diciamo che il posizionamento in campo lo decide il mister, io mi devo far trovare pronto, devo essere concentrato ogni partita dove vuole che giochi. Con la continuità di prestazioni poi si raggiungono grandi risultati. Questo è quello che ho sempre fatto”.

In merito ai suoi due compagni Dybala e Morata, Chiesa ha commentato:

“Sono grandissimi attaccanti, è fantastico giocare con loro due, che ci sia uno o l’altro è veramente fantastico, dal niente possono crearti l’occasione vincente”.

Chiesa ha poi concluso con un commento sulla prossima sfida che attende i bianconeri:

“Abbiamo una partita fondamentale mercoledì. Andiamo determinati, con sensazioni buonissime, questa partita ci deve dare tanta fiducia. Siamo la Juventus, vincere è quello che ci chiedono“.

Ai microfoni di JTV, Chiesa ha poi aggiunto:

Adesso testa al Milan perché è uno scontro scudetto in cui scendere in campo sapendo di dover vincere il titolo anche quest’anno“.