Su Tuttojuve: “Mo basta a stare in silenzio e subire rivali e giornalisti faziosi. La Juve intervenga nelle opportuni sedi”

101

Sulle colonne del sito di matrice bianconera Tuttojuve, spunta un articolo a firma di Enrico Danna che invoca una reazione della società bianconera contro tutti gli attacchi subiti negli ultimi giorni di questo 2020.

É evidente come nove anni di vittorie consecutive abbiano distrutto fegati e cervelli non solo dei rivali, non solo dei giornalisti faziosi (in aumento esponenziale, anche perché attaccare la Juve genera consensi e visibilità) ma, cosa ben più grave, di chi dovrebbe garantire il rispetto delle regole del sistema calcistico”, scrive Danna.

Il messaggio è forte e chiaro: non riuscendo a competere con la Vecchia Signora sul campo e a livello organizzativo/societario, cercano di eliminarla”, sentenzia il giornalista.

Leggiamo sull’articolo di Tuttojuve che il vaso è colmo da tempo e l’indifferenza e la signorilità pagano fino ad un certo punto. Arriva però il momento di dire basta e di reagire, l’istante in cui bisogna smettere di essere signori e diventare scaricatori di porto, se occorre”.

E ancora: “Stare in silenzio e subire, oltre un certo limite, diventa sinonimo di masochismo. Se non è possibile lasciare questo Paese e andare a giocare in un altro campionato (lasciando che le avversarie si scannino tra loro e, insieme ai media falliscano nel giro di un amen), allora è doveroso farsi sentire nelle opportune sedi”.

É evidente – prosegue Danna – come la Juventus, in questo particolare periodo storico, abbia ZERO considerazione e peso politico nel cosiddetto palazzo che conta.

E ancora “è evidente come la Juventus, sul campo, venga monitorata con una attenzione diversa rispetto ad altre squadre (Var che interviene per vivisezionare ogni nostro gol o azione che porta al gol, ogni intervento di un nostro giocatore ai danni di un avversario, etc, mentre si spegne magicamente quando gli episodi da monitorare sarebbero a favore nostro; arbitri che lasciano fare il gioco duro agli avversari mentre puniscono i nostri al primo soffio di vento, etc..).

Le reprimende da parte di certi personaggi, l’uso strumentale di trasmissioni televisive per portare avanti crociate anti juventine a piacere, l’uso di tv e giornali per insinuare dubbi, insultare e dileggiare la nostra Maglia”, secondo Tuttojuve hanno decisamente stancato i tifosi.

La Società intervenga nelle opportuni sedi e inizi a querelare: è ora che qualcuno capisca che non si può sempre farla franca sputando veleno contro di noi.

Poi l’appello ai giocatori: “appendano negli spogliatoi dello Stadium trafiletti e articoli che sminuiscono (direttamente o indirettamente) i loro successi e trofei. Deve montare in loro quella sana rabbia che li spinga a scendere in campo con la bava alla bocca per dimostrare chi è il più forte, a prescindere da tutto. Basta con le partite da mollaccioni e fighette: testa, grinta e soprattutto tanto cuore e anima. Mo’ basta. Fino alla fine. La loro”, il guanto di sfida.

Fonte: Tuttojuve.com