Casiraghi: Da Pirlo a Morata, da Chiesa a Kulusevski passando per Dybala

39

Pierluigi Casiraghi, ex centravanti della Juventus parla a 360 gradi di Juventus: Da Morata a Ronaldo, da Chiesa a Kulusevski passando per Dybala, sino a Pirlo sul quale dice:

Pirlo ha l’imbarazzo della scelta…Per lui non parlerei di undici-tipo e di tridente ideale: non saprei chi scegliere. Andrea vede ogni giorno i suoi, sa benissimo come gestirli. Ciò che posso dire è che l’attacco mi sembra il reparto dove c’è maggior abbondanza al contrario, per esempio, del centrocampo”.

Su Dybala: “Diamogli il tempo per raggiungere il top della condizione. Le qualità di Paulo sono indiscutibili, purtroppo lo hanno frenato i problemi di questo avvio. Per fortuna c’è Morata, una sicurezza”.

Su Morata: Si è inserito alla grande. Anzi, è tornato alla grande: sta facendo meglio di tutti, si vede che l’esperienza maturata sta pesando e fa la differenza. Mi ha colpito il suo repertorio: vede la porta, si muove benissimo, aiuta i compagni… Oggi è una punta alla quale non manca nulla”.

Su Chiesa: È giovane, ha solamente 23 anni, ma nel tempo ha dimostrato di poter cambiare il proprio modo di giocare: prima era più offensivo, stava molto vicino alla porta. Ora è quasi un esterno a tutta fascia, anche se a Firenze aveva già iniziato a “specializzarsi” in questo ruolo. È stato anche criticato, ma considero la sua partenza positivamente: arrivare alla Juventus non è da tutti, ma devo dire che si sta inserendo bene. Qualità e personalità non gli mancano”.

Su Kulusevski: “Mi piace, è l’uomo che mancava. Ha un sinistro micidiale, anche un fisico importante. Segna e fa segnare: ha tutto, il futuro è dalla sua parte. E su Ronaldo, cosa potrei dire? Vive per la vittoria, fa paura. È veramente impressionante…”.

Griglia Scudetto: In pole c’è la Juve, ma faticherà più del solito: le altre si sono rinforzare molto. Mentre ho fiducia per la Champions: potrà arrivare lontano”.