Massimo Pavan: “Ormai siamo al ridicolo, ma quale onore? È chiaro che qualcuno ha fatto il furbo”

113

Il giornalista Massimo Pavan su tuttojuve.com ha commentato la mancata sfida Juventus-Napoli, vicenda che non sta mancando di far discutere, anche a causa delle dichiarazioni del presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, contro la Juventus ed il suo presidente Andrea Agnelli.

Il commento di Pavan:

“Ormai siamo essenzialmente al ridicolo, dopo aver letto qualcuno che dice che le parole del Presidente della Juventus sono dichiarazioni “penose“, oltre a rivendicare il ringraziamento per non aver contagiato Cristiano Ronaldo. Ci mancava pure questa. Ormai le posizioni sono inconciliabili, è chiaro che qualcuno ha fatto il furbo, da regolamento doveva giocare, come ha fatto il Genoa la settimana prima e tutte le squadre con uno o due contagiati fino ad ora, ha sfruttato l’inserimento parziale dell’Asl, che non si doveva intromettere, come non si sono intromesse quelle di tutte le altre città coinvolte fino ad ora.

Il Napoli ha colto la palla al balzo, del resto le sarebbero mancati due giocatori, più un infortunato, quindi, non è partita, facendo il protocollo a suo modo e risultando la prima squadra a seguire le regole ed i consigli di una Asl, piuttosto che quelle della Lega organizzatrice del torneo.

L’onore sicuramente non l’ha perso la Juventus, ma forse l’ha perso chi la settimana precedente passeggiava su una squadra che si è presentata, questa sì con onore, in campo, nonostante una situazione difficile, questo per far proseguire il torneo consapevole che non ci sarebbero state date per recuperare tutte le gare se tutti ai primi due positivi si fermano.

La Juventus non ha disonorato nessuno, ha mantenuto fede agli impegni presi, al rispetto della competizione, altrove non hanno fatto lo stesso. Con il loro comportamento hanno aperto un modus operandi che tutti d’ora in poi possono seguire, due contagiati, consiglio dell’Asl e richiesta di rinvio.

Al genio di Napoli che ha concesso questa cosa, come pensa che si potrà finire il campionato? Continuano a dire che non è giusto il 3-0 a tavolino, ma non capiscono che quello è l’unico deterrente per evitare certi comportamenti da parte di altre società.

Nessuno vuole che il calcio chiuda, ma chi segue la teoria del Napoli e del governatore della Campania, non vuole il bene del calcio, è l’ottica di chi guarda il proprio orticello e non ci piace per niente come cosa”.