Sconcerti sui festeggiamenti in campo: “Il tecnico non è stato cercato. Non mi è sembrata la fine di un’avventura felice”

84

Dopo aver sconfitto la Sampdoria, la Juventus ha portato a casa il suo 9° scudetto consecutivo, scatenando l’entusiasmo liberatorio dei bianconeri che hanno festeggiato la vittoria in campo.

Ma non è passata inosservata la freddezza riservata a Maurizio Sarri da parte dei suoi “ragazzi”, che hanno festeggiato tra loro, escludendo il loro mister dai festeggiamenti di rito in campo, che hanno reso evidente il distacco tra squadra e allenatore.

A commentare l’esclusione di Sarri dai festeggiamenti, il giornalista Mario Sconcerti che ai microfoni di tuttomercatoweb ha commentato:

“L’atteggiamento dei giocatori è stato freddo, ho visto una freddezza che raramente si vede dopo uno scudetto vinto.

È vero che Torino è sempre stata una piazza più fredda di altre e siamo al 9° scudetto consecutivo, ma questo distacco sembra quasi cercato, quasi voluto.

L’ho notato, ma era difficile farselo sfuggire, all’inizio sembrava che Sarri volesse rientrare da solo negli spogliatoi, poi è rimasto. È stata una scena non calcistica, non vissuta col solito entusiasmo.

Non so quanto lo abbiano fatto di proposito, ma il tecnico non è stato cercato. Non mi è sembrata la fine di un’avventura felice.

Detto questo, bisogna prendere atto che c’è una società che è 30 anni avanti agli altri“.