Mario Sconcerti: “La miglior Juve della stagione. Vince e dimostra «l’inutilità» di Sarri”

50

Il giornalista Mario Sconcerti nel suo editoriale per il Corriere della Sera ha esaminato la situazione attuale della Juventus, dopo aver dato prove di grande ripresa, l’ultima contro il Torino che ha permesso ai bianconeri di portare a casa il derby della Mole per 4-1.

Sconcerti nel suo articolo scrive “Sarri si è arreso”, aggiungendo:

“Non vale più discutere su quanto Sarri ci sia nella Juve. Siamo a un calcio diverso, chiaramente una somma di individualità. È una Juve più libera, pensa più con il talento dei singoli che con il calcio immediato di Sarri.

Il cambiamento è netto. La Juve ha dimenticato la fatica del gioco, si diverte di più, ha un senso spudorato del tiro, lo cerca da ogni angolo di campo. Non fa più il compito di nessuno, gioca secondo somma di caratteristiche personali.

Questa di oggi è la miglior Juve dell’infinita stagione, la più leggera e compiuta. Non so cosa significhi questo passaggio per Sarri.
Nella lunga battaglia tra Sarri e la squadra, il compromesso è stato smettere di discutere e far accettare a Sarri la realtà della squadra.

Giocando bene a modo suo la squadra fa il suo doppio mestiere: vince e dimostra «l’inutilità» di Sarri.

Ci sono stati scontri di carattere importanti dentro lo spogliatoio. Sarri era stato dichiarato inappropriato per gestire un gruppo di principi. Troppo sincero, troppo brusco, qualche volta brutale.

Sarebbe a febbraio intervenuta la società a rassicurare i giocatori: sopportassero fino a fine stagione“.