domenica, 21 Aprile 2024

Allegri e il Mondiale per club: “Restare? Ho un anno di contratto, sono molto sereno”

Condividi

spot_imgspot_img

Le parole di Allegri alla vigilia di Juve-Genoa:

“Abbiamo fatto una buona settimana di lavoro. Coscienti del momento che stiamo attraversando. Abbiamo lavorato bene, siamo rimasti in Continassa perché sappiamo l’importanza della partita. Milik l’abbiamo perso, ha avuto un problemino ieri in allenamento, stamattina di nuovo, ha fatto alcuni esami e va rivalutato dopo la sosta. Perin torna, ci sarà De Sciglio. Saranno più o meno tutti a disposizione. Rabiot lo stesso. Bisogna vedere le cose in maniera positiva”

E poi: “Ho parlato con la squadra, insieme abbiamo deciso di rimanere una sera in più alla Continassa. E’ un momento in cui bisogna riprendere il cammino che in quest’ultimo mese ci è mancato. Domani è importante per tutti, i tifosi ci sono sempre stati e ci saranno anche domani. Abbiamo un obiettivo importante da raggiungere che è la qualificazione Champions, e poi la semifinale di Coppa Italia da giocare”. 

“Kostic Domani ha probabilità di giocare. Le ultime due fuori? Scelta tecnica. Iling stava facendo bene in allenamento. Sono scelte anche per motivare un po’ tutti i singoli giocatori. Iling ha fatto buone partite”.

MONDIALE PER CLUB – “Stimolo per restare? Credo che sia frutto del lavoro fatto dal club in questi anni. Restare? Ho un anno di contratto, sono molto sereno. Siamo e dobbiamo essere concentrati sugli obiettivi di quest’anno. Momentaneamente abbiamo raggiunto il Mondiale, un’avventura bellissima, perché è una competizione nuova con grandissime squadre e sarà bello. Gli obiettivi vanno raggiunti, giocare la Champions l’anno prossimo. Per farlo bisogna fare un passetto alla volta e arrivare dentro entro il 25 maggio”.

RITIRO – Cos’è emerso? Il calcio non è una scienza esatta. All’inizio andavamo subito in vantaggio e non prendevamo più gol. Delle partite dove fai gol nel secondo tempo e prendi gol nel primo tempo. Ultimamente sono state partite altalenanti. Serve più ordine e compattezza quando non abbiamo la palla. Fase in cui rischiamo troppo. Ieri fatto allenamento alle 15.30, finito alle 18. Dopo la doccia eravamo tutti insieme a cena. Poi allenamento stamattina. Poi ci sono anche video singoli. Momento di responsabilità che dovevamo avere”.  YILDIZ – “Cosa non ho visto? Dopo 2-3 partite secondo me era in calo, Chiesa tornava in buona condizione. Ultimamente ha giocato meno. E’ un giocatore che avrà un futuro importante, va lasciato crescere in serenità e senza responsabilità“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie