lunedì, 22 Luglio 2024

Spinelli: “Allegri ha rifiutato un sacco di soldi dall’Arabia proprio perché voleva prendersi la rivincita alla guida della Juve”

Condividi

spot_imgspot_img

Lo storico presidente del Livorno, Aldo Spinelli, ha parlato dei due suo conterranei legati alla Juventus: Giorgio Chiellini e Massimiliano Allegri.

Ecco le sue parole a Tuttosport«Ah, il mio grande Giorgio… L’ho allevato e poi Giraudo e Moggi me lo hanno portato via per pochi soldi nel 2004, 6 milioni di cui 3 li ho dati alla Roma per risolvere la comproprietà, nonostante non avrebbe potuto fare aste: ma riconobbi lo stesso a Rosella Sensi il 50 per cento. Pensare che le squadre inglesi me ne offrivano 18-20… Chiellini era già un grande a Livorno, sapevo che avrebbe fatto una carriera come quella che ha avuto. Ha fatto la fortuna della Juventus e anche di Bonucci che giocava con lui». 

«Chiellini sarà un grande dirigente, come è stato grande da giocatore, fidatevi!». 

E su Allegri: «I risultati parlano per lui. Per fortuna ha rifiutato un sacco di soldi dall’Arabia proprio perché voleva prendersi la rivincita alla guida della Juve. E sta mantenendo la parola». 

«La rosa della Juve di quest’anno non è al livello di quella dell’Inter, ma Allegri è uno dei più bravi allenatori che abbiamo in Italia. Sta andando anche oltre le aspettative, puntando sui giovani come mi aveva detto. Anche Capello vinceva i campionati con gli 1-0 e Allegri sta facendo lo stesso. Tanti si lamentano, ma vincere 1-0 porta sempre 3 punti. Quello che conta e fa la differenza è sempre il risultato. Fare un bel gioco ma non vincere stanca presto, Allegri vince e anche con tanti giovani, come mi aveva detto in estate». 

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie