martedì, 5 Marzo 2024

Spinelli: “Allegri ha rifiutato un sacco di soldi dall’Arabia proprio perché voleva prendersi la rivincita alla guida della Juve”

Condividi

Lo storico presidente del Livorno, Aldo Spinelli, ha parlato dei due suo conterranei legati alla Juventus: Giorgio Chiellini e Massimiliano Allegri.

Ecco le sue parole a Tuttosport«Ah, il mio grande Giorgio… L’ho allevato e poi Giraudo e Moggi me lo hanno portato via per pochi soldi nel 2004, 6 milioni di cui 3 li ho dati alla Roma per risolvere la comproprietà, nonostante non avrebbe potuto fare aste: ma riconobbi lo stesso a Rosella Sensi il 50 per cento. Pensare che le squadre inglesi me ne offrivano 18-20… Chiellini era già un grande a Livorno, sapevo che avrebbe fatto una carriera come quella che ha avuto. Ha fatto la fortuna della Juventus e anche di Bonucci che giocava con lui». 

«Chiellini sarà un grande dirigente, come è stato grande da giocatore, fidatevi!». 

E su Allegri: «I risultati parlano per lui. Per fortuna ha rifiutato un sacco di soldi dall’Arabia proprio perché voleva prendersi la rivincita alla guida della Juve. E sta mantenendo la parola». 

«La rosa della Juve di quest’anno non è al livello di quella dell’Inter, ma Allegri è uno dei più bravi allenatori che abbiamo in Italia. Sta andando anche oltre le aspettative, puntando sui giovani come mi aveva detto. Anche Capello vinceva i campionati con gli 1-0 e Allegri sta facendo lo stesso. Tanti si lamentano, ma vincere 1-0 porta sempre 3 punti. Quello che conta e fa la differenza è sempre il risultato. Fare un bel gioco ma non vincere stanca presto, Allegri vince e anche con tanti giovani, come mi aveva detto in estate». 

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie