giovedì, 20 Giugno 2024

DEBITI UEFA, L’INTER LA PIÙ MOROSA IN ITALIA!

Condividi

spot_imgspot_img

Il rapporto annuale sullo stato economico nell’area UEFA ha evidenziato risultati di notevole interesse, in particolare riguardo all’indebitamento dei club nei confronti delle banche, soprattutto nell’era post Covid-19.

Nel 2022, il debito bancario complessivo nel calcio europeo (area UEFA) è aumentato di 1,25 miliardi di euro, registrando un aumento del 22% rispetto all’anno precedente. Al contempo, il debito a breve termine è diminuito di 495 milioni di euro, portando ad un incremento complessivo del debito, tra breve e lungo termine, del 9%.

Rispetto alla situazione pre-Covid, alla fine del 2019, l’incremento totale dell’indebitamento è del 51%. I soli campionati Big 5 registrano debiti bancari superiori a 7,5 miliardi di euro, oltre a 2,5 miliardi di euro verso finanziatori interni, totalizzando un debito complessivo di 10 miliardi di euro.

La Serie A presenta debiti bancari pari a 1,068 miliardi di euro, suscitando alcune preoccupazioni. Tra questi, tre club detengono una quota pressoché totalitaria: l’Inter con 390 milioni di euro, la Juventus con 223 milioni di euro e la Roma con 271 milioni di euro.

Nel contesto generale, è invece la Liga a presentare il debito bancario più elevato, superando i 2,5 miliardi di euro, con un aumento del 54% rispetto all’anno precedente.

Tra i club più indebitati, si segnalano il Barcellona con 967 milioni di euro e il Real Madrid con 841 milioni di euro. Subito dietro la Liga si colloca la Premier League, con un indebitamento di 1,9 miliardi di euro, tenendo presente che il valore assoluto del debito va interpretato in relazione al reddito; i ricavi della Premier League sono tripli rispetto a quelli della Liga e della Serie A, considerazione importante da considerare. Bundesliga ed Eredivisie completano il quadro.

Fonte: Corriere dello Sport − Alessandro F. Giudice

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie