martedì, 27 Febbraio 2024

Caso Pogba, Coni: “Probabile che la Juve opterà per la risoluzione del contratto”

Condividi

Il caso Pogba infiamma la Serie A. Il giocatore della Juventus, trovato positivo al testosterone, è stato sospeso dal Tribunale Nazionale Antidoping e rischia una squalifica di 4 anni.

Il club bianconero è in attesa delle controanalisi che, se confermeranno il primo esito, porteranno alla massima sanzione.

Sulla questione si è espresso Alessandro Coni, segretario generale dell’Associazione Italiana Avvocati dello Sport, spiega in un’intervista a Tag24 quali sono i possibili scenari e cosa avverrebbe in caso di squalifica.

“Ci vuole cautela, bisognerà aspettare del tempo. Se la notizia verrà confermata dalle controanalisi – ha esordito Coni- si arriverà a una squalifica e, con molta probabilità, la Juve opterà per la risoluzione del contratto. Così facendo la società torinese non dovrebbe più pagare lo stipendio di Pogba”.

Il segretario generale dell’Associazione Italiana Avvocati dello Sport ha poi aggiunto: “Non va escluso che la Juve decida di tenerlo in rosa anche in caso di squalifica. A questo punto i bianconeri sarebbero comunque costretti a pagare una parte minima del suo ingaggio e non potrebbero fare altrimenti”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie