venerdì, 21 Giugno 2024

Riforma giustizia sportiva, Capuano: “fatta pubblicità sulle spalle della Juve”

Condividi

spot_imgspot_img

Consueto editoriale di Giovanni Capuano per derbyderbyderby.it.

Il giornalista stavolta ha toccato lo spinoso tema della presunta riforma della Giustizia Sportiva:

“C’è grande fermento intorno alla riforma della giustizia sportiva, un mulinare di idee e di provvedimenti tutti con l’etichetta sopra del ‘Mai più altri casi Juventus’. L’ultimo duello si è consumato intorno alla bozza di decreto che il Governo avrebbe voluto (vorrà?) inserire in un decreto e che prevede la sospensione della pena sportiva fino all’ultimo grado di giudizio per evitare pasticci nelle classifiche dei campionati”.

Ipotesi bocciata dai tecnici e poi si vedrà anche se sarebbe bastata una lettura superficiale del possibile provvedimento per comprendere che mancavano le basi perché potesse essere accolto così come era stato pensato”.

“E ora che le bocce sono ferme, va detto che anche le parole del presidente del Coni Giovanni Malagò (“Il caso Juventus dimostra che la giustizia sportiva funziona”) risultano fuori luogo”.

“Lo sdoppiamento di un processo unico, i tempi troppo lunghi e il conseguente finale obbligato con un patteggiamento unificatore dicono che no, non è andato tutto liscio”.

“E anche il fatto che ormai l’ordinamento sportivo si sia rassegnato semplicemente a fare copia e incolla di stralci di inchiesta nemmeno passati al vaglio di un giudice preliminare funziona”.

“Ma dirlo significherebbe esporsi a sostenere che questa è stata una vicenda sbagliata sotto tanti punti di vista: troppo complesso. Meglio farsi pubblicità sulle spalle della Juventus”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie