sabato, 13 Aprile 2024

Juventus stangata fuori e sul campo: è il club con il peggior saldo punti secondo la classifica senza errori arbitrali Serie A

Condividi

spot_imgspot_img

Per il nono anno consecutivo, Superscommesse ha stilato la classifica Serie A senza errori arbitrali, che tiene conto delle sviste dei direttori di gara, dei punti reali e di quelli virtuali, degli episodi a favore e contro ogni singola squadra che, in generale, hanno condizionato i risultati di questa stagione di Serie A. Dall’analisi dei dati, è emerso che la squadra con il peggior saldo punti del campionato è la Juventus: oltre a essere pesantemente penalizzati per le note vicende societarie, i bianconeri sono stati sfavoriti anche sul campo a causa di errori arbitrali che sono valsi -5 punti in classifica.

SquadraPunti VirtualiPunti RealiSaldo PuntiEpisodi a  FavoreEpisodi Contro
Juventus (-10)*6762-533

* Penalizzazione per il caso plusvalenze

Gli errori arbitrali eclatanti contro la Juventus

Di seguito i tre principali errori arbitrali che hanno condizionato i risultati della Juventus secondo l’analisi di Superscommesse:

6° giornata, Juventus-Salernitana (2-2): al minuto 93 gol del 3-2 realizzato da Milik che, già ammonito, si toglie la maglia e viene espulso. Banti, al Var, richiama al monitor il direttore di gara Marcenaro per posizione irregolare di Bonucci, che però non infastidisce il difensore Daniliuc e il portiere Sepe. Rete annullata e rosso per Fazio (Salernitana) e Cuadrado (Juventus). L’errore di Marcenaro sembra evidente. Inoltre, da immagini emerse successivamente, è evidente la posizione regolare di Bonucci tenuto in gioco da Candreva. Si tratta di uno degli errori più gravi dall’introduzione del Var. Mancano 2 punti alla Juventus.

19° giornata, Juventus-Atalanta (3-3): al minuto 7, sullo 0-1, la Juventus chiede un rigore per trattenuta di Palomino su Milik. Il direttore di gara lascia proseguire. A nostro avviso, il penalty è evidente.

29° giornata, Lazio-Juventus (2-1): al minuto 39 va a segno la Lazio con Milinkovic Savic. Il serbo, però, spinge nettamente Alex Sandro sbilanciando il terzino brasiliano. L’arbitro Di Bello assegna il gol alla Lazio, il Var in questi casi difficilmente interviene (l’intensità del contatto viene valutata in campo e non dal Var). A nostro avviso, il gol era da annullare.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie