sabato, 13 Aprile 2024

Superlega-Juve, ‘Dayfootball’: “Ci sono una serie di piccoli fatti che stanno facendo venire dei dubbi sul fatto che questa azione sia una strategia”

Condividi

spot_imgspot_img

Il noto profilo Twitter “Dayfootball”, ha fornito interessanti spunti su quanto sta succedendo nella Superlega dove la Juventus ha comunicato l’intenzione di uscire, pena il rischio di esclusione dalle coppe per 5 anni.

Questo lo spunto:
“Questa è una notizia improvvisa, che arriva senza nessun segnale precedente (e già qua c’è l primo fatto strano)…” 

Ma, entriamo nei dettagli. Prima di tutto precisiamo una cosa importante che stiamo vedendo riprendere piede: no! La Superlega non è morta e non muore neanche se dovesse uscire la Juventus perché chi sta sostenendo la nuova competizione continuerà a farlo”.

E questo non siamo noi a dirlo!  Ma è l’ottimo giornalista @JorgeCalabres (in fondo l’articolo completo perché la citazione delle fonti è per noi una forma di trasparenza e chiarezza nei vostri confronti)”.

Secondo  “Dayfootball”, “ci sono una serie di piccoli fatti che ci stanno facendo venire dei dubbi sul fatto che questa azione sia una strategia”.

“Attenzione! “Ci fanno venire i dubbi” significa che sono elementi che noi dobbiamo considerare nella nostra analisi, non stiamo dicendo che siano verità assoluta o altro (quella la lasciamo a chi vuole definirsi profeta)”.

“Primo punto: uscire significa pagare una penale di 400 milioni e, se come confermato la Superlega continua, dove li trova questi soldi la Juventus? Interessante domanda”.

Soprattutto, fino ad oggi, nessuna squadra è uscita, neanche quelle inglesi, proprio perché di facciata sono fuori, ma nel frattempo sono ancora dentro, cosí, nel caso in cui la CGUE dica “la UEFA non può minacciare nessuno” allora tutti possono accordarsi per partire”.

“Secondo punto: i tempi! Da mesi sentiamo dire che la decisione della UEFA è attesa per Giugno (anche perchè serve chiudere per organizzare la prossima competizione) ed ora la Juventus esce con la notizie che vuole uscire e specifica che ci vorranno settimane per farlo (quindi terminerà almeno quando la UEFA ha già deciso sul caso Juventus)”.

“Ci sono tutti i fattori per pensare che sia una strategia legale per patteggiare con la UEFA”.

Terzo punto: Come detto prima, c’è un altro fattore molto importante. Nelle lettere (inviate a Real Madrid e Barcellona) la Juventus avrebbe comunicato ufficialmente che era l’unica possibilità per evitare la penalizzazione di 5 anni”.

“Infatti, se questo fattore viene preso in considerazione dai giudici della CGUE diventa una prova da portare nei tribunali”.

“E, fatto non da poco, prima di ora era la questione “minacce” era tutta una cosa ufficiosa, parallela, ma ora c’è una lettera! (non un’email informale, non una comunicazione, ma una lettera!)”.

“Ecco! Questi 3 punti ci fanno stare molto attenti alle prossime mosse. Perché si, è vero che la Juventus ha fatto questo passaggio. Ma i modi in cui lo ha fatto sono diversi da tutti”.

Anzi, ricordiamo anche che dal comunicato del Manchester City del 20 Aprile 2021 dove diceva “Il Manchester City Football Club può confermare di aver formalmente emanato le procedure per ritirarsi dal gruppo che sviluppa i piani per una Super League europea” ad oggi sono passati 2 anni e non è ancora uscito dietro le quinte”.

In pratica? Sicuramente un passo da attenzionare, sicuramente un passo che farà parlare tanto (soprattutto per i vari tifosi pro o contro), ma noi preferiamo tenere le orecchie dritte perché potrebbe essere una strategia per rimanere dentro dietro le quinte e nello stesso tempo far contenta la UEFA, il tutto in attesa della CGUE”.

“La superlega è viva anche oggi”.Anzi, che la Superlega si faccia oppure no, ha già cambiato il calcio europeo!”

Ecco i link proposti da Dayfootball
– https://elespanol.com/deportes/futbol/20230606/juventus-superliga-amenazas-uefa-propias-regimenes-feudales/769423313_0.html
– https://relevo.com/futbol/juventus-sale-superliga-20230606154423-nt.html

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie