mercoledì, 28 Febbraio 2024

Inchiesta Juve, c’è uno spiraglio! La Stampa: “Possibile sconto in arrivo”

Condividi

Le motivazioni redatte dal Collegio di Garanzia dello Sport sono state per la Juventus e i suoi tifosi come un fulmine a ciel sereno.

A far male è la conferma dell’impianto accusatorio, oltre alla legittimità dell’utilizzo dell’articolo 4 del Cgs, che presuppone una nuova penalizzazione in classifica per i bianconeri.

Ma non tutto è perduto! Come racconta La Stampa tra le sue colonne, uno spiraglio c’è:

Entro un mese, la Corte Federale d’Appello ridiscuterà e rimodulerà i punti di penalizzazione e la Juventus può coltivare la speranza di uno sconto, rispetto ai -15 della precedente sentenza:

Il collegio presieduto da Gabriella Palmieri Sandulli, infatti, ritiene che «la sentenza impugnata, resa a carico degli amministratori privi di deleghe operative è carente nella propria parte motiva laddove la Corte Federale – con motivazione da ritenere apparente – ha fatto riferimento ad una generica, ma indimostrata, “consapevolezza diffusa”, ovvero ad una asserita condivisione, da parte di detti amministratori, dei concreti dettagli e delle finalità delle operazioni sportive scrutinate, omettendo di fornire adeguato supporto motivazionale di tali affermate ed indimostrate circostanze». Questo è stato l’unico punto del ricorso accettato e a questo si aggrappa la Juve per limitare i danni, vista la confermata slealtà sportiva”.

Entro 15 giorni, la Caf valuterà nuovamente le posizioni dei consiglieri d’amministrazione senza deleghe, tra cui quella di Pavel Nedved. La loro posizione è chiave e potrebbe determinare lo sconto di pena che porterebbe la penalizzazione dai -15 punti ai -9, richiesta del Procuratore Chiné al primo procedimento.

Fonte: Il Bianconero

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie