lunedì, 20 Maggio 2024

Cori contro Vlahovic, il sindaco di Bergamo smentisce Gasperini: “È razzismo! Una figuraccia”

Condividi

spot_imgspot_img

Dopo i fattaci di Bergamo durante la gara tra Atalanta e Juventus nella quale Dusan Vlahovic è stato sommerso di cori razzisti nei suoi confronti, è intervenuto prontamente sulla questione il sindaco della città lombarda Giorgio Gori, che tramite il proprio account Twitter ha smentito l’analisi dell’allenatore dell’Atalanta Giampiero Gasperini. Queste le parole del primo cittadino di Bergamo:

Cori contro Stankovic a Roma, contro Lukaku a Torino, contro Vlahovic a Milano e Bergamo. Non sono insulti qualsiasi, e’ razzismo ed e’ ora di darci un taglio. Io poi non sopporto di vedere la mia citta’ sui giornali per figuracce come quella di ieri. Bergamo e’ altro e merita altro”, ha tuonato Gori.

Parole quelle del sindaco che si collocano in maniera diametralmente opposta all’analisi di Gasperini a fine gara:

“Non tutto è razzismo, a volte sono anche cose individuali. Credo sia più maleducazione che razzismo. Se fosse razzismo sarebbero insultati anche Pasalic perché va a colpire tutta l’etnia. Spesso negli stadi si assiste a diversi insulti: tendo a pensarla così perché il razzismo è una cosa molto grave, molto peggiore che coinvolge più persone. Purtroppo sono cori maleducati rivolti a un giocatore. Io sono d’accordo che il razzismo va combattuto ma non va confuso, se continuiamo a fare di tutta l’erba un fascio allora siamo tutti razzisti. Naturalmente mi dissocio”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie