sabato, 13 Aprile 2024

Cuadrado bersagliato dai napoletani. Ma il colombiano, colpito da un accendino evita il 2-0 a tavolino. Ricordate il “caso Alemao”?

Condividi

spot_imgspot_img

Juan Cuadrado è stato letteralmente bersagliato da media e social per la caduta in area nel finale di Juve-Napoli dopo il contatto con Juan Jesus.

Ma dopo le accuse e gli insulti per il colombiano, etichettato come simulatore seriale e di conseguenza anti-sportivo ora i giornali saranno costretti a fare marcia indietro.

Sì, perchè il colombiano si è reso protagonista anche di un gesto all’insegna del fair play e della sportività, passato fino ad oggi inosservato e arrivato in risposta a un comportamento deplorevole dei tifosi del Napoli.

È Il Bianconero a raccontare che “nel secondo tempo di Juve-Napoli, trovandosi a battere un calcio d’angolo sotto il settore dello Stadium occupato dai tifosi ospiti, Cuadrado è stato bersaglio di un lancio di oggetti. Fra questi, un accendino, che lo ha colpito e che il numero 11 della Juventus ha raccolto e allontanato”.

Una bella rivalsa per i tifosi juventini che hanno ricordato ai tifosi del Napoli “il famoso caso Alemao, grazie al quale il Napoli ottenne una vittoria a tavolino decisiva per la vittoria dello scudetto nel 1990. Era l’8 aprile del 1990, durante Atalanta-Napoli, Alemao viene sfiorato da una monetina. Il massaggiatore Carmando gli dice: “Stai a terra”. Risultato sul campo: Atalanta-Napoli 0-0. Risultato a tavolino: Atalanta-Napoli 0-2.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie