lunedì, 20 Maggio 2024

Campionato Juve falsato da penalizzazione ed errori arbitrali

Condividi

spot_imgspot_img

Sul sito de IlBianconero viene proposta una carrellata di errori arbitrali ai aì danni della Juve che unitamente alla penalizzazione di -15 inflitta ai bianconeri, hanno segnato il campionato della Vecchia Signora

Si comincia già dalla prima giornata, quando Alex Sandro viene atterrato in area da Muldur nella gara contro il Sassuolo, ma per Rapuano è tutto regolare e lascia correre. Da qui, si arriva poi ad uno degli errori più disastrosi commessi da una squadra arbitrale, sala VAR compresa.

E’ il giorno di Juve-Salernitana e i bianconeri si trovano incredibilmente sotto per 1-2 a pochi minuti dallo scadere, ma prima la rete del 2-2 poi quella di Milik in extremis, avevano consentito a Madama di rimontare e lanciarsi verso la zona alta della classifica. Ma per il ‘gruppo’ orchestrato da Banti non deve andare così, dato che tutti si accorgono della posizione di Leonardo Bonucci in fuorigioco, ma nessuno, immagini comprese, si ricorda di inserire Antonio Candreva all’interno delle stesse e ben più avanti rispetto a Leonardo Bonucci.

In sintesi, gol da convalidare e 2 punti in più da assegnare a Madama. Milik che viene coinvolto anche nell’episodio della sfida interna contro l’Atalanta, quando viene cinturato e abbattuto in area da Palomino, ma anche in questo caso non ci sono gli estremi per concedere il penalty.

Si arriva, infine, alla spinta di Milinkovic-Savic nella gara dell’Olimpico, facendo perdere totalmente equilibrio ad Alex Sandro, per poi depositare indisturbato nella porta di Szczesny. Appellarsi alle sviste o agli errori commessi dai direttori di gara non è certo una giustificazione o un voler cercare alibi alle sconfitte, ma va attribuito il giusto peso ad ogni singolo episodio.

Quello di domenica contro l’Inter è, dunque, solo l’ultimo di una lunga serie di errori commessi ai danni della Juve e che vuoi o non vuoi, hanno pesato e inciso anche su quella che è l’attuale classifica.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie