sabato, 18 Maggio 2024

Inter, senza Champions Zhang rischia il crac economico: o cede due big, o vende il club

Condividi

spot_imgspot_img

L’Inter è un’azienda che bruccia circa 10 milioni di euro al mese e Steven Zhang lo sa bene tant’è che lo stesso patron nerazzurro ha dichiarato ufficialmente nella relazione al bilancio che il quarto posto è l’obiettivo minimo per evitare ai nerazzurri il crac economico.

Su CM.com si legge che in casa Inter “c’è preoccupazione, è inutile negarlo, e la pressione messa su Simone Inzaghi e i dubbi sul suo futuro non possono che essere legati a doppio filo a questo obiettivo”.

[…]Accedere in semifinale di Champions o addirittura rivincere la Coppa Italia non basteranno a salvare la stagione del tecnico e neanche quella della squadra se non ci sarà l’accesso alla prossima edizione della coppa dalle grandi orecchie. Di fatto ci sono in ballo circa 100 milioni di euro in soli due mesi di stagione, anche perché basti pensare che quest’anno il club nerazzurro incasserà non meno di 85 milioni dalla partecipazione e la cifra è destinata a salire. E perfino il piazzamento finale in campionato (2°, 3° o 4° posto) potrebbe cambiare, seppure di poco, l’incasso finale”.

Zhang è oramai all’angolo: “Senza Champions League, quindi, Steven Zhang e la proprietà cinese dell’Inter si troverebbe di fatto stretta in un angolo perché non basterebbero più i “mini” aumenti di capitale realizzati con il prestito residuo di Oaktree (che tra l’altro è in scadenza 2024 insieme ai suoi interessi)”.

“No, Zhang si troverebbe davanti a un bivio: o ridimensionare ulteriormente il progetto sportivo vendendo non uno, bensì due pezzi pregiati (oltre a Dumfries e Brozovic potrebbero partire perfino Lautaro, Barella e Bastoni); oppure decidere di rivedere al ribasso le richieste economiche e vedere definitivamente la società, uscendo da un limbo dei conti che, almeno fino ad ora, era riuscito a tenere in linea di galleggiamento grazie al lavoro della dirigenza”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie