lunedì, 15 Luglio 2024

Allegri: “Juve ha fatto 50 punti, tolti i due con la Salernitana. Andare in Champions con -15 è come vincere 3 scudetti!”

Condividi

spot_imgspot_img

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, ha parlato alla vigilia della sfida con la Roma: ecco le sue parole:

Per noi la partita di domani sera è importante, andiamo a giocarci uno scontro diretto importante con la Roma. Serve staccare chi è dietro, o almeno iniziare a staccare il Bologna e non è semplice. Davanti siamo lontani per ora, vediamo passo dopo passo l’evoluzione del campionato. Importante domani andare a Roma e fare una bella partita”.

Subito belle notizie su Pogba: “Ha reagito bene, ha fatto allenamento, sta bene. E’ normale che non ha minutaggio, sono rimasto contento l’altro giorno di com’è rientrato, non era facile dopo tanto tempo. Si è calato subito nella partita, facendo buone cose. Normale che debba crescere, per ora è un’ottima soluzione in panchina”.

A chi gli chiede un parere su Mourinho, Allegri risponde così: “Se mi accomunano a Mourinho sono contento, credo abbia vinto 26 trofei in carriera e non sono pochi. Sta facendo un ottimo lavoro a Roma. Era da qualche anno che la Roma non lottava per i primi 4 posti in Champions”.

“Indipendentemente dalla penalizzazione, la Roma ha fatto 44 punti. Vuol dire essere lì a lottare per la Champions. Mourinho ha fatto un ottimo lavoro.Spero di vederlo in campo. Anche quella roba lì, per me, mio modesto parere: se l’allenatore viene buttato fuori, poi gli puoi dare una multa. Ma deve stare in panchina la partita. Con le multe si può aiutare chi ha bisogno invece di tenerli fuori. Spero di vederlo in panchina”.

E sul futuro di Di Maria: “I grandi giocatori è sempre bello averli a disposizione, Angel è un giocatore straordinario, di questo se ne occupa la società. Le priorità per ora sono ben altre rispetto ai contratti anche se è stato rinnovato a Danilo, poi valuteremo. Non so quali siano le esigenze dei giocatori, sono cose di cui si occupa la società”.

Corsa Champions: “Se vogliamo essere realisti, in questo momento, ripeto, forse sono state travisate le mie parole! La rincorsa Champions è difficile, quasi impossibile”.

“Ok? Detto questo: la squadra ha fatto 50 punti, tolti i due con la Salernitana. Tra quelle davanti, fuori una tra Inter, Lazio, Milan, Roma. E c’è anche l’Atalanta, a 41 punti, che ha la possibilità di rientrare. Ci sono 42 punti in gioco, mancano 14 partite. Giusto? Quindi è tutto ancora da giocare. Bisogna avere la capacità di fare un passo alla volta. Non possiamo vedere lontano. Ora sono così lontane che bisogna lavorare per i mini obiettivi”.

Poi l’affondo finale: “Come impresa sarebbe vincere uno scudetto? Andare con -15 in Champions non è vincere uno scudetto, ma vincerne 3! Non uno, ma 3!”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie