sabato, 25 Maggio 2024

Avv. Chiacchio: obiettivo della Corte è escludere la Juve dalle Coppe Europee a tutti i costi

Condividi

spot_imgspot_img

L’avvocato Eduardo Chiacchio è intervenuto nel corso di ‘Terzo Tempo’ su Tele A, per parlare dei filoni di inchiesta su plusvalenze e manovra stipendi che riguardano la Juventus.

“Al Collegio di Garanzia del Coni siamo in un grado di appello, che poi è un grado di Cassazione. Per poter rimuovere la sentenza che ha dato 15 punti di penalizzazione alla Juventus, è necessario che venga riscontrato un vizio di legittimità della sentenza che ha condannato il club bianconero”.

Il legale ricorda che “già nel procedimento a cui ho partecipato come difensore del Novara, i legali della Juve posero la loro attenzione su un presunto ritardo del procuratore federale per proporre il ricorso per revocazione. Quella eccezione, però, fu prontamente rigettata dalla corte con un’ottima motivazione”.

Oramai è chiaro: il -15 perché è una pena afflittiva per togliere la Champions ai bianconeri

“Il -9 fu dato perché in quel momento sarebbe andata fuori dalle coppe europee, ma in quel momento… la corte ha inasprito la sanzione perché con due gare sarebbe rientrata nella corsa europea. Perciò si arriva a -15, altrimenti con due gare per la corte non sarebbe stato giusto”.

Passando alla manovra stipendi:

Il procuratore ha chiesto una proroga perché vuole prima attendere l’esito definitivo del ricorso al Coni per poi fare il processo stipendi per determinare la pena e renderla afflittiva”.

Sulle plusvalenze fatte dal Napoli: “Il Napoli è stato prosciolto due volte, per poter agire contro il Napoli serve un ricorso per revocazione ma servono elementi nuovi, ma non verranno fuori credo. Quel procedimento è naufragato in origine, a meno di fatti nuovi dall’indagine di Napoli ma il fatto che abbiano chiesto una proroga di 6 mesi e fa intendere che non abbiano niente”.

“Il procuratore chiese al massimo ammende per una o due plusvalenze, quindi sporadiche. Quando non c’è un sistema, e soprattutto non ci sono confessioni tramite intercettazioni, sarà quasi impossibile condannare un club. La Juve è stata condannata perché ci sono confessioni, manoscritti, intercettazioni equiparate a confessioni”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie