spot_img
spot_img
giovedì, 2 Febbraio 2023

Allegri in conferenza: “Fermiamoci un minuto per Vialli. Recuperato Di Maria. Cuadrado dalla settimana prossima in gruppo”

Condividi

In casa Juve conferenza stampa all’insegna del lutto per la scomparsa di Gianluca Vialli.

“Prima di iniziare la conferenza stampa è doveroso ricordare Ernesto Castano e Gianluca Vialli”, le prime parole di Allegri.

Vialli ho avuto il piacere di conoscerlo, ha dato tanto al calcio e alla Juventus. Vi chiedo cortesemente di fare un minuto di raccoglimento in memoria di questi due uomini”.

E ancora: “Ha rappresentato tanto come giocatore, come uomo soprattutto. Per i più giovani è stato un esempio da seguire, sicuramente. Mancherà a tutti noi”.

Si passa alla partita contro l’Udinese: “Domani, indipendentemente dal ritorno allo Stadium, col nostro pubblico, ci sarà lo stadio pieno e sarà una bella occasione per noi”.

Recuperato Di Maria. Paredes cresce di condizione, Bremer affaticato, valuterò oggi le condizioni. Ci sarà Rugani pronto a giocare”.

“La formazione la valuterò oggi, devo fare delle scelte. Oggi dopo gli allenamenti avrò definito la formazione, contro l’Udinese che è una squadra fisica e sta facendo un ottimo campionato. In primis l’ex Pereyra, giocatore straordinario, con noi ottimo. Poi Beto, fisico, occupano l’area con tanti giocatori. Sarà una gara complicata, è la seconda dell’inizio della seconda parte di stagione”.

Belle parole del mister per Soulè:

Pronto fisicamente? Fisicamente assolutamente sì, sarebbe pronto. Valuto se fargli fare il quinto, l’ha fatto l’altro giorno e ci ha dato una grossa mano, ma ha qualità più offensive. Può fare il trequarti, esterno a entrare in campo. Ha qualità e quantità, sono contento di come sta crescendo. Come dico sempre, crescono tutti e ai giovani bisogna dare tempo di crescere, tecnicamente e in esperienza, ma anche fisicamente”.

E su Alex Sandro: “Sta bene, dovrebbe rientrare, tra Gatti e Rugani, Danilo e Alex Sandro e togliendo per ora Bremer, che valuterò se rischiarlo o meno… di questi 4 ne giocano 3”.

Capitolo Chiesa: “L’altro giorno è entrato dopo 10 minuti, col recupero che hanno dato era quasi un tempo. Nelle partite precedenti hanno dato 8 minuti, addirittura 10, quindi chi entra anche alla fine gioca 35-40 minuti. Chiesa ha fatto bene, fisicamente gli serviva una partita del genere, alzando i ritmi. Non so se riuscirò a farlo partire dall’inizio, ma più avanti si va e più mette minutaggio. Sono contento”.

Sulla formazione: “Domani devo valutare se farlo giocare con Milik o uno solo. O se far partire Di Maria”.

Cuadrado sta lavorando bene, in una settimana può essere con la squadra. I tempi sono lui, De Sciglio, Vlahovic, Pogba… direi nel giro di 15 giorni di iniziare ad averli con la squadra. Non tutti, ma la maggior parte. Bisogna fare queste partite e averli tutti a disposizione”.

Il tecnico avverte tutti sulla lotta scudetto: “Il Napoli è nettamente favorita, ha tanti punti di vantaggio dopo 17 partite. Ha avuto uno stop e ci sta, direi però che il Napoli sta facendo un’annata straordinaria, è ancora la netta favorita. Poi c’è l’Inter, il Milan… l’obiettivo è rimanere tra le prime 4 e giocarsi le chance in Coppa Italia ed Europa League”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie