spot_img
spot_img
giovedì, 2 Febbraio 2023

Moggi: “Rimonta scudetto Juve? Tutto dipenderà da come il Napoli esce dagli scontri diretti con nerazzurri e bianconeri”

Condividi

L’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi è tornato a parlare di Juve dopo la vittoria dei bianconeri sulla Lazio

Certamente abbiamo visto un gioco diverso rispetto a quello che si era visto prima. Contro c’era una Lazio il cui obiettivo è quello di entrare in Europa League più che in Champions e penso ci debba riuscire considerando la squadra. A Torino era priva di tanti elementi cardine come Immobile, Lazzari e Zaccagni e non ha mai tirato in porta”, le prime parole di Moggi.

Ma “se guardiamo nel complesso anche la Juve non aveva fatto un tiro nel primo tempo. Non è che ha determinato la rinascita della squadra questa vittoria, la Juve è quella che era. Se viene fatta giocare di contropiede può essere pericolosa”.

E sulla svolta di risultati: “Non c’è stata una svolta, se non vado errato la Juve è terza. E’ solo andata avanti cercando di risolvere delle problematiche, ma non esprime un gran gioco. E’ al livello di quelle che seguono il Napoli, che sta avanti per un motivo. E’ la squadra più concreta sostanzialmente, ha vinto 13 partite su 15, gli altri sono discontinui. Ma nonostante tutto è solo 8 punti avanti alla seconda”.

Sulle possibilità della Juve circa una rimonta Scudetto, Moggi è altrettanto schietto: “Il Napoli ad oggi è padrone della situazione, deve portarsi avanti come ha fatto fino ad ora. Poi se può vincere lo Scudetto la certezza l’avremo quando incontrerà a gennaio Inter e Juve e allora vedremo. In questo momento, per gioco e sviluppo, è la squadra migliore”.

Moggi poi ammette che “in questo momento fermarsi è certamente un peccato, perchè la Juve poteva andare avanti e più andava avanti e magari più acquisiva forma. Purtroppo ora bisogna stopparsi perchè c’è il Mondiale che ferma tutto, si riprenderà a gennaio con un campionato che sarà totalmente diverso”.

A gennaio poi la Juve recupererà gli infortunati: “Si, bisognerà recuperare bene Pogba, poi c’è Chiesa che nella forma sportiva bisogna ancora vedere e Di Maria al quale magari bisogna dare qualcosa che gli manca attualmente, ammesso che non soffra per il Mondiale. Se recupera tutti questi giocatori la Juve è una squadra che dà fastidio a molti”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie