spot_img
spot_img
venerdì, 9 Dicembre 2022

Calciopoli, Moggi: Bergamo a Rodomonti prima di Juve-Inter: «Se hai un dubbio, pensa a chi è dietro piuttosto che a chi è davanti. Metti il paraocchi e tira dritto»

Condividi

La rubrica su Calciopoli, curata da Luciano Moggi sui social si arricchisce di altri retroscena.

L’ex direttore generale della Juventus ha riferito su Twitter, che 8 anni fa, esattamente il “28/11/2004, Bergamo chiama Rodomonti prima di Juve-Inter: «Se hai un dubbio, pensa a chi è dietro piuttosto che a chi è davanti. Metti il paraocchi e tira dritto. Che rimanga tra me e te». Una raccomandazione paterna? Che tenerezza…”, le parole di Moggi all’interno delle pillole di “C’era una (s)volta”.

Tweet che si ricollega al precedente, diffuso sempre dall’ex bianconero:

“Se le bugie hanno le gambe corte, le intercettazioni azzoppano i disonesti. 26.11.2004 Carraro a Bergamo, riferendosi all’arbitro Rodomonti di Juve-Inter: «Mi raccomando! Che non aiuti la Juventus!». Chi faceva lobbing con gli arbitri?”, il racconto di Moggi.

E ancora: “La tesi della ‘cupola’ è collassata. Il giornalista sportivo Ignazio Scardina, considerato colluso, fu emotivamente massacrato e si ammalò in modo irreversibile. L’8/11/2011 venne assolto dal Tribunale di Napoli. È giustizia?”

E poi, le parole del compianto Enzo Biagi:

“Una sentenza pazzesca perché costruita sul nulla […] Cui prodest? Vuoi vedere che per coprire scandali di dimensioni ciclopiche hanno individuato in Luciano Moggi il cattivo da dare in pasto al popolino?” (Enzo Biagi)

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie