martedì, 4 Ottobre 2022

Di Maria si presenta: “La Juve è la Juve. Rimanere più di un anno? Mai dire mai”

Condividi

Giorno di presentazione al mondo bianconero per il nuovo attaccante esterno della Juventus, Angel Di Maria. Per l’argentino ingaggio base di 5 milioni e mezzo che può estendersi fino ai 7, con una commissione di un milione e 300 mila euro riconosciuta al suo entourage.

Le prime dichiarazioni di Di Maria da giocatore bianconero alla Continassa: “Sono contentissimo di essere qui e di poter indossare questa maglia. In questo grande club italiano mi hanno ricevuto tutti con grande affetto. Sono quello che vuole vincere, essere un campione, a cui non piace perdere. È per questo che credo che questa squadra mi abbia scelto”.

In merito alla sua intenzione di rimanere un solo anno a Torino, ha commentato: “Nel calcio le cose cambiano, la mia idea era quella di tornare in Argentina ma in un anno succedono tante cose. Intanto la mia testa è alla Juve, la Nazionale viene dopo, a suo tempo. Quando dico che non si sa mai lo intendo davvero, sono stato trattato benissimo fin dall’inizio. Ci penserò più avanti“.

Ho scelto la Juve perché è il club più importante in Italia, so che ha una squadra forte e voglio farne parte, esserne all’altezza”.
La Juve è la Juve, in questi ultimi due anni non ha vinto molto ma c’è voglia di tornare ai livelli di sempre e io sono qui per questo, anche per aiutare a livello di spogliatoio”.

“Sono contento di avere vicino giocatori di qualità: Chiesa, Vlahovic, sono straordinari, daranno tanto. La Juve sta facendo un investimento sui giovani, mi piace lavorare con loro e ognuno deve aiutarli ad avere la stessa mentalità vincente. Sapere come affrontare una partita di Champions, ma anche il campionato. Una delle cose che sicuramente ha condizionato la Juve nello scegliermi è questo, perché sono tutte partite importanti”.

“Quando una squadra importante come la Juve sta 40 giorni dietro di te è difficile dire di no, ho aspettato perché volevo godermi le vacanze con la mia famiglia, poi ho comunicato la mia decisione”.
“Ho conosciuto diversi giocatori che giocano o hanno giocato qua, questo ha influito”.

Ex Juve, come Gigi Buffon, suo ex compagno al Psg: “Ho un bel rapporto con Gigi, è una persona fantastica, ci ho parlato il giorno della firma. Ci teneva che venissi qua, sono tranquillo e pronto a dare il mio meglio. Sapevo della possibilità di trovare Pogba, ho anche voglia di aiutare i giovani”.

E tra gli ex, anche il suo connazionale Dybala: Ho parlato soprattutto con Paulo, quello che mi ha detto lo sto verificando. Mi ha detto che è una squadra importante, come una famiglia, ed è quello che ho percepito. Mi aveva annunciato che sarei stato bene, che mi avrebbero trattato bene. Ed è così. Molti compagni ci tenevano che venissi, anche Buffon teneva che accettassi questa offerta”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie