lunedì, 4 Luglio 2022

Cecchi Gori: “Ha sbagliato Commisso. Se hai campioni come Vlahovic e Chiesa non devi venderli”

Condividi

L’ex presidente della Fiorentina e produttore cinematografico Vittorio Cecchi Gori rilascia una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport.

Dalla sua abitazione, nella quale si trova dal 2020 agli arresti domiciliari, l’ex patron dei Viola si sofferma sulla cessione di Vlahovic alla Juve.

“Se hai la fortuna di aver preso dei talenti, di quelli rari che fanno la differenza, non devi venderli”, l’ammonizione di Cecchi Gori a Rocco Commisso.

Per quanto tu possa guadagnare nel cederli, resta difficile pensare che riesca a trovarne altri tanto bravi. È un rischio. Se hai gente come Batistuta, Rui Costa, Chiesa o Toldo è giusto provare a tenerli. Io l’ho sempre fatto”, ricorda il produttore cinematografico.

In questi casi, secondo Cecchi Gori “è decisiva l’abilità del presidente, ma è molto importante anche la componente di amore, di tifo, che purtroppo tranne poche eccezioni in Italia si sta perdendo. Io. avrei senza dubbio tenuto sia lui sia Chiesa. Avevo il padre, avrei coltivato anche il figlio, due campioni! Vedrete cosa faranno insieme alla Juve”

L’ex patron dei Viola ha vissuto in prima persona anche l’addio di Baggio:

“Alla fine se la cavò bene, recuperò il rapporto grazie anche a quella sciarpa viola raccolta la prima volta che tornò al Franchi”.

Tornando a Vlahovic: “È andato via da pochissimo tempo e questo non aiuta a stemperare gli animi. È stata una questione di soldi, voleva andare in una squadra che gliene dava di più e la Juve che ogni stagione scende in campo per lo scudetto e le coppe europee poteva offrirglieli”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie