lunedì, 4 Luglio 2022

Bosco: “Siamo tutti Ucraini. Chi glielo spiega a Ceferin, Infantino e Gravina?”

Condividi

Andrea Bosco giornalista di Tuttojuve, dedica la sua prima parte dell’editoriale alle vicende terribili che vedono coinvolta dopo l’aggressione della Russia.

“Disperazione vera, distruzione vera. Ognuno ha la propria sensibilità ma di fronte all’orrore di una simile guerra reputo che tutti dovremmo impegnarci in concreto”, le prime parole dello scrittore.

Andrea Bosco, prende spunto da questa sua affermazione per redarguire i vertici del calcio italiano e mondiale: “Io credo che tutti dovremmo dire e scrivere: «Siamo tutti ucraini», ma spiegarlo a Gravina che magari reputa di avere fatto qualche cosa, ritardando di cinque minuti l’inizio delle gare di campionato. Pensa un po’”.

Poi l’affondo a FIFA e UEFA: “Spiegarlo ad Infantino che ha «condannato» ma si è preso «tempo», in vista del Mondiale. Questa da qualche parte devo averla già sentita. In ogni caso Polonia e Svezia hanno spiegato che loro contro la Russia non giocheranno”.

E ancora: “Spiegarlo a Ceferin che magari avrà dato la sensazione di avere le palle, visto che ha spostato la finale di Champion’s da San Pietroburgo a Parigi (a casa dell’amico emiro del Psg). Ma che si è ben guardato dal ritirare la sponsorizzazione gassosa che porta le insegne russe”.

Conclude Bosco sbeffeggiando il capo dell’Uefa: “Ha altro di cui occuparsi Ceferin: Barca, Juve e Real hanno annunciato di voler presentare un altro format per la Superlega[…]”

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie