venerdì, 28 Gennaio 2022

Supercoppa, Cobolli Gigli sulla telecronaca: “Troppo faziosa, non il massimo della professionalità”

Condividi

L’Inter si è portata a casa la sua sesta Supercoppa dopo aver battuto la Juventus all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare, grazie alla rete decisiva di Sanchez che ha chiuso la partita 2-1.

Una partita trasmessa in esclusiva da Mediaset, che ha fatto il boom di ascolti, quasi 8 milioni di spettatori, non tutti rimasti soddisfatti della qualità della telecronaca, bollata da molti tifosi bianconeri come apertamente a favore dell’Inter. Stesso parere dell’ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli che ai microfoni di BianconeraNews
in merito ha commentato:

Troppo faziosa, a mio parere. Abbiamo sentito il telecronista effettuare urla di gioia a fine partitaNon è stato il massimo della professionalità“.

In merito alla sfida, l’ex presidente bianconero ha commentato: “La Juve, considerate le emergenze, la sua partita l’ha anche fatta. L’errore di Alex Sandro è qualcosa di gravissimo… Però condivido, in parte, le parole di Allegri. Ossia che la Juve deve ripartire da questa reazione caratteriale. I bianconeri devono uscire da San Siro a testa alta, consapevoli del fatto che, a livello caratteriale, hanno tenuto testa a una squadra più forte. Bisogna ripartire da qui”.

Cobolli Gigli ha poi commentato il rinnovo di Paulo Dybala, sul quale si è abbassata la scure dell’ad bianconero Arrivabene: “È il “regolatore dei conti”, messo lì da Johan Elkann, che è il vero padrone della Juve. Sono stati tolti poteri ad Agnelli e sono stati dati ad Arrivabene, che non deve far altro che ridurre i costi. Arrivabene sta cercando di far sì che il rinnovo di Dybala avvenga il più vicino possibile alle pretese della Juve. A me piace un sacco, io lo rinnoverei. Ho sempre osteggiato la linea Agnelli-Paratici, intenta a venderlo palesemente. Attenzione a una cosa: più avanti si va, più si rischia di esasperare la situazione e arrivare a un caso simile a quello di Insigne“.

Cobolli Gigli ha poi concluso con un parere circa l’obiettivo stagionale della Juve: “Il quarto posto in campionato. E poi non darei così spacciati a priori i bianconeri in Champions League… Per me possono arrivare in semifinale“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie