venerdì, 28 Gennaio 2022

Sconcerti: “Chiesa oggi è più viola che bianconero. Ecco perché”

Condividi

Nella sua consueta rubrica su CalcioMercato, Mario Sconcerti parla dell’attaccante Federico Chiesa, arrivato alla Juventus dalla Fiorentina con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Ma a certe condizioni, come ricorda Sconcerti.

“Ora che si parla di un interessamento della Juve per Vlahovic con le stesse modalità di pagamento dell’affare Chiesa, sono andato a riguardarmi tra gli appunti di 2 anni fa, quali erano queste modalità. Per quello che risulta a me il prezzo era 50 milioni più 7 di bonus così ripartiti: 3 milioni subito, 7 l’anno dopo, cioè l’estate scorsa, 40 l’estate prossima. La formula è prestito con obbligo di riscatto. Il contratto completo di bonus entra in vigore se Chiesa farà in questa stagione almeno 10 gol in campionato o 10 assist. Altra condizione base è che la Juve arrivi tra le prime 4“.

“Se venisse a mancare una di queste condizioni cadrebbe l’obbligo di riscatto, la Juve potrebbe sempre tenersi Chiesa pagandolo, ma solo se lo vuole. In caso contrario Chiesa tornerebbe alla Fiorentina. Di quei 3 bonus nessuno è oggi particolarmente vicino. Chiesa ha segnato solo 1 gol in campionato, ha fatto 3 assist e la Juve è sotto il 4° posto. Quale sia il bonus più facile da raggiungere non saprei, e un accordo sarebbe comunque trovato. Ma è curiosa l’idea che oggi Chiesa sia più un giocatore della Fiorentina che della Juve“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie