domenica, 16 Gennaio 2022

Plusvalenze, il ricordo di Moggi a Report: “Ecco cosa hanno combinato alla Juve in Calciopoli. Milan e Inter salvate”. Il Video

Condividi

Sul caso plusvalenze è intervenuto a Report su Rai 3 Luciano Moggi:

“Ti posso dire chi comandava il calcio e non mi querela nessuno. Non avendo avuto illeciti riscontrati è stato detto che c’era un sistema, il sistema Moggi”.

“C’era un sistema Moggi, si diceva, che consisteva nel condizionare il campionato. Ma come facevo a condizionarlo se avevo tutti contro? Contro di me il Presidente della Lega, la Federazione e il CONI. Poi il giudice del tribunale di Napoli dice che il progetto doveva essere fatto al calcio in generale”.

“Il sistema Moggi condizionava il campionato. , designatori contro. . Chi vuoi processare ora, il calcio è questo qui”

Entrando nello specifico, sull’allora caso plusvalenze Moggi ha ricordato:

“È Ridicolo. La Juventus aveva 5 milioni di vecchie lire di plusvalenze. Era stato sollecitato dai capi del calcio per comprare Moretti per salvare la Fiorentina. Di fronte alle squadre come Inter, Milan Roma, Genoa che avevano centinaio di milioni di plusvalenze, lì le procure hanno annullato tutto, da noi è durata 2 anni”.

“La Juve patteggiò contro impiegati infedeli, che in realtà eravamo noi della Triade. Il GUP ha rifiutato patteggiamento della Juve perché il fatto non sussiste. Il sistema delle plus è un debito che si protrae nel futuro, una scaletta che poi arriva a 2-300 milioni. Il Covid una barzelletta, può valere il botteghino, 50 milioni. Ma con bilanci in negativo di 2-300 milioni non è il Covid”.

E poi gli agenti: “Ce ne sono di potentissimi, Mendes e Raiola. Altri che aiutano i club. Il procuratore non fa male al club ma i club si fanno male da soli. Io ho fatto le squadre forti con Raiola. Per Nedved, Emerson e Ibra gli ho preso un giocatore in cambio, un ragazzino valutato 1 milione. Poi l’ho dato in comproprietà al Siena. Ecco quello che ho dato a Raiola”.

Ecco il video:

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie