sabato, 4 Dicembre 2021

De Paola: “Supercoppa a San Siro il 5 gennaio? La Juve su queste cose non ha mai speculato. Altri club sì”

Condividi

Il giornalista Paolo De Paola ha affrontato di petto ai microfooni i Radio Bianconera la vicenda legata alla Supercoppa italiana e quella relativa alle ultime polemiche arbitrali.

Ecco alcuni passaggi del suo intervento a “Fuori di Juve” del

Questione Supercoppa italiana: le ultime news  anticipano che il match tra Inter e Juventus si dovrebbe giocare a San Siro il prossimo 5 gennaio.

Ciò comporterebbe il rinvio della sfida tra bianconeri e Napoli in calendario il giorno dopo. I partenopei recupererebbero così  i giocatori impegnati con la Coppa d’Africa.

La sede è ininfluente, conoscendo un po’ l’indole del tifoso bianconero, credo gli interessi poco. Un po’ di caos a volte si fa per rispondere agli attacchi proditori che arrivano, geograficamente distinti, come quelli che leggevo oggi sui giornali”.

E poi, prosegue il giornalista: “Se c’è un quotidiano geolocalizzato in un posto e c’è la polemica su un Presidente che tira per la giacca la Figc, agli altri giornali lo stesso tema non compare. Per esempio l’arbitro di Inter-Juve Massa ha ricevuto 5 dal Corriere dello Sport, 6 da Tuttosport e da Gazzetta dello Sport”.

“Esistono giornalisti che si fanno influenzare da tensioni geopolitiche legate al calcio? Possibile che la manfrina Mariani-Var sia citata solo da un giornale, mentre gli altri la ignorino? Possibile che il calcio sia diventato qualcosa con demarcazione geografica? Ci può stare che un argomento possa far comodo al proprio elettorato, ma in questi casi diventa un incancrenimento di una disputata tra due club che evade completamente l’aspetto sportivo”.

Tornando alla Supercoppa, De Paola si dice sicuro che questa” è una cosa su cui la Juve non può speculare. Anche nelle dispute del passato (come lo scorso anno quando il Napoli non si presentò, stoppato dalla Asl), sono sempre state iniziative dei partenopei, non del club di Agnelli. I bianconeri non devono puntare sulla presenza o meno di giocatori validi tra le fila avversarie. Dico questo perché in assoluto la Juve non ha mai fatto certe considerazioni, altre squadre sì”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie