Mario Sconcerti: “Senza sudamericani campionato non regolare, giornata da rinviare”

1119

L’editorialista sportivo de Il Corriere della Sera Mario Sconcerti si è espresso in maniera netta sul caos dei giocatori impegnati con le nazionali sudamericane.

E’ incredibile quello che sta succedendo per le attività delle nazionali, le conseguenze che queste hanno ormai sulla regolarità delle stagione”, ha detto il giornalista ai microfoni di calciomercato.com.

“Non si può fare un calendario internazionale dove quasi per regolamento i giocatori non possono tornare in tempo per giocare in campionato. E riproporlo per mesi a scadenza fissa”.

Tutto ciò secondo Sconcerti significa solo una cosa: “decine e decine di milioni di danni economici più gli evidenti danni tecnici”.

Per l’opinionista “non importa se è la Juve a pagare di più o se lo sia qualcun altro, si tratta di un principio: non può essere una federazione a prevedere volontariamente l’assenza di giocatori dal lavoro per cui sono retribuiti”.

“Le due settimane non bastano più da quando due anni fa la Fifa ha imposto le tre gare ogni sosta. Sommate ai voli spesso transcontinentali, fanno saltare il tempo limite”, ha spiegato ancora Sconcerti.

La soluzione? “Quando giocano le nazionali bisogna abituarsi a giocare il mercoledì successivo, altrimenti sarà un campionato irregolare.

E’ già molto pesante la Coppa d’Africa in piena stagione soprattutto adesso che i giocatori africani sono diventati importanti per tutte le squadre: “Aggiungere anche un’attività delle nazionali in tempi così stretti è un vero atto di arroganza”.