Juve affondata dalla FIFA. Contro il Napoli bianconeri decimati. Chirico: “A parti invertite era già campionato falsato”

1363

Marcello Chirico alza la voce di fronte alla presa di posizione della Fifa nei confronti dei club, costretti a spedire i propri giocatori in giro per il mondo in un tour de force in nome delle qualificazioni ai mondiali.

Non si può stare zitti e fare finta sia tutto normale… Stiamo assistendo ad uno scandalo che rischia di falsare la terza giornata della Serie A, con inevitabili ripercussioni sulla regolarità del campionato, ma nessuno protesta”, le prime parole del giornalista di fede bianconera.

Il riferimenti del giornalista sono rivolti al “discutibilissimo ordine del giorno, imposto dalla FIFA (e avallato dalla gemella UEFA), riguarda i calendari delle qualificazioni ai prossimi mondiali del Qatar, ed in particolare le partite programmate in Sudamerica e USA, dove si giocherà pure nella notte tra giovedì e venerdì prossimo”.

Praticamente a ridosso delle gare di Serie A previste nel prossimo week end.

Chirico accusa Infantino e Ceferin definendoli “soliti prepotenti monopolizzatori del gioco del calcio” intenti a fere “sempre e solo i propri interessi di bottega, ma con calciatori proprietà di altri”.

La Juventus ne ha spediti dall’altra parte dell’Atlantico ben 6: Dybala, Cuadrado, Danilo, Alex Sandro, Bentancur e McKennie. Nessuno di loro probabilmente verrà convocato per la gara col Napoli di sabato prossimo”

“Significa presentarsi a Fuorigrotta con, in campo, una formazione abbondantemente rimaneggiata. Contro un Napoli che vedrà rientrare in extremis, con un volo privato, il solo Ospina (Lozano e Juan Jesus non sono stati convocati dalle nazionali) ed avrà tutti gli altri a disposizione”.

Domanda che propone Chirico è una sola:  “si può giocare una partita di cartello come Napoli-Juventus così sbilanciata fin da prima di scendere in campo?”

Questo perché “è evidente il vantaggio di cui beneficerà una squadra rispetto all’altra. Perché così si rischia di indirizzare la partita prima ancora del fischio di inizio. Perché le possibilità di falsare l’incontro sono alte, così come altri incontri della giornata”. 

I club italiani zitti. In primis il Napoli: “Forse a qualcuno di loro conveniva così, a cominciare proprio dal Napoli, il quale al massimo dovrà far fronte ad un’emergenza in porta (tra infortunio e Ospina che dovrebbe giocare all’ultimo)…”.

Chirico chiude con una denuncia: “A parti invertite, si starebbe già parlando di campionato falsato”.