giovedì, 30 Maggio 2024

Sconcerti: “Ecco cosa ha sbagliato Allegri a Udine”

Condividi

spot_imgspot_img

Il giornalista Mario Sconcerti ai microfoni di TMW Radio ha commentato la sfida d’esordio Udinese-Juventus che ha permesso ai bianconeri di Allegri di tornare a casa solo con un magro pareggio 2-2.

“Non ha pareggiato per demerito suo ma per errori del portiere – ha sottolineato Sconcerti. Credo che Allegri abbia sbagliato un paio di cose a Udine. Di certo va sottolineato che era la prima partita gestita in carriera da Allegri con i 5 cambi, e per la prima volta ha fatto 3 cambi insieme. Ha cambiato schema, da 4-4-2 a 3-5-2, cambiando anche giocatori e quindi gioco. Non so quanto abituato fosse a ragionamenti in corsa di questo genere, di certo c’è che da quel momento la Juve non è più stata propositiva“.

“La Juventus è una grande squadra, nettamente la migliore, ma i bianconeri non riescono ad essere quello che erano con Allegri. Lui ha cambiato pensando a quella squadra, che era flessibile e si adattava a tutte le partite. Sarri, che è tutt’altro che scemo, ha detto che questa Juventus è inallenabile: quella piccola superbia di un gruppo di giocatori che hanno vinto tanti scudetti li rende differenti. Ancora questo Allegri non l’ha cancellato”.

Il giornalista ha poi commentato la situazione di Cristiano Ronaldo: “Nei giorni scorsi Allegri aveva parlato di Ronaldo come valore aggiunto, quindi qualcosa in più e non un riferimento. Credo che questo abbia fatto male anche a un Ronaldo distratto e sicuro di andarsene all’estero. Più che per la Juve, il caso è per Ronaldo. Il club mi sembra già oltre”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie