Mourinho demolisce l’Inghilterra: “Ai rigori dov’era Sterling? Più di un inglese si è nascosto, lo so per certo ma non faccio nomi”

2384

Il tecnico della Roma José Mourinho ha commentato la vittoria dell’Italia sull’Inghilterra che ha fatto sì che gli azzurri si trovino sul tetto d’Europa.

Da Trigoria, lo Special One a Talk Radio ha messo l’accento sulla lotteria dei rigori soprattutto sulla scelta dei rigoristi inglesi, in particolare quella di Saka, diciannove anni, a cui è stato lasciato l’ultimo e decisivo penalty:

Penso che sia troppo per un ragazzino avere tutto sulle spalle in questo momento, ma non lo so, devo fare questa domanda a Southgate perché tante volte succede che i giocatori che dovrebbero esserci non ci sono, i giocatori che dovrebbero esserci, scappano dalle responsabilità”.

Prosegie Mourinho: “Non chiedetemi chi perché non ve lo dico, ma mi è stato detto al cento per cento che un giocatore avrebbe dovuto tirare un rigore e ha rifiutato”, la rivelazione del neo allenatore della Roma.

“Quindi, a volte accadono queste situazioni e le persone oneste come Gareth non espongono il giocatore. Dov’era Raheem Sterling? Dov’era John Stones? Dov’era Luke Shaw?”.

Perché Jordan Henderson o Kyle Walker non sono rimasti in campo? Ma per Saka avere sulle spalle il destino di un Paese… penso sia troppo. Povero Saka, mi dispiace molto per lui”, conclude Mou.