Christillin su Sarri: “Tacere sarebbe stato più elegante, è stato a libro paga della Juve fino all’ultimo giorno di contratto”

609

Le parole di Maurizio Sarri a SportItalia non stanno mancando di far discutere. L’ex allenatore della Juventus, nel corso della lunga intervista, non ha risparmiato bordate ai dirigenti, per quell’avventura sulla panchina bianconera durata una sola stagione.

A rispondere a Maurizio Sarri la componente del direttivo UEFA e grande tifosa della Juventus, Evelina Christillin. E non le manda a dire.

“Ognuno raccoglie quello che ha seminato – ha commentato la Christillin a la Gazzetta dello Sport. Maurizio Sarri non aveva rapporti felici nello spogliatoio, in fondo si è sempre saputo, alla Juventus non è riuscito a farsi amare dai suoi giocatori e credo che questo sia stato uno dei motivi per cui quello scudetto non è stato festeggiato“.

Ha poi aggiunto: “Un matrimonio non riuscito, forse non si sarebbe dovuto fare affatto. Allegri è arrivato a Torino tra lanci di uova però è andato via tra le lacrime e mille rimpianti, tant’è vero che adesso è tornato per la gioia di tutti. Sarri invece non è riuscito a farsi amare, forse per quel carattere spigoloso che ha avuto riflessi nei rapporti con la squadra”.

“Mi piacciono gli uomini di campo che parlano solo di campo, invece si tende sempre a cercare la polemica, come è successo anche per questo Europeo, che è bellissimo. Non mi è piaciuto il riferimento allo scudetto perso in albergo per episodi discutibili, un argomento su cui i tifosi bianconeri sono molto sensibili. Da parte di Sarri avrei trovato più elegante un bel tacer, anche perché è stato a libro paga della Juventus fino all’ultimo giorno di contratto, ha concluso.