Pavan: “In Spagna il Tribunale difende Real e Barça, mentre in Italia qualcuno vorrebbe il Napoli ripreso per i capelli e inserito in Champions”

390

In attesa di conoscere quali saranno le decisioni della UEFA in merito alla Superlega, Massimo Pavan su tuttojuve.com ha messo in risalto la differenza di atteggiamento della Spagna rispetto all’Italia sulla vicenda.

“Mentre in Italia la giustizia sportiva e non solo vedono la Juventus come il Diavolo, in Spagna il Real Madrid e anche il Barcellona rimangono istituzioni da difendere ad ogni costo, scrive Pavan che continua:

“In questo senso si integra perfettamente l’intervento del tribunale di Madrid che prima ha richiesto un parere vincolate alla corte europea, ma allo stesso tempo si sarebbe presentato come paladino della Superlega, infatti, avrebbe fatto recapitare sulle scrivanie dei piani alti di UEFA e FIFA l’ordinanza che vieta di operare sanzioni nei confronti di Juventus, Real Madrid e Barcellona, i tre club ancora dentro il progetto Superlega“.

E aggiunge: “Una mossa strategica per evitare che le tre squadre vengano estromesse dalla Champions League ed allo stesso tempo, sottolineare come l’operato della Superlega non sia stato un tentativo di golpe. Le posizioni sono distanti e si è visto anche di recente, Andrea Agnelli ha parlato di riconciliazione, Ceferin, di rottura, usando parole pesanti contro Agnelli”.

Situazione difficile da comprendere, ma è evidente come da una parte ci sia un tribunale che difenda la massima espressione calcistica spagnola ed in Italia, invece, posizioni accusatorie con qualcuno che vorrebbe il Napoli, che non meriterebbe per nulla la Champions, ripreso per i capelli e inserito nella massima competizione europea. Un gioco dell’assurdo dove ci tocca sperare che questo tribunale riesca dove tutti sembrano aver fallito, difendere gli interessi delle società contro enti che si arricchiscono sulle spalle altrui, ha poi concluso il giornalista.