Tancredi Palmeri: “Zhang egoista! Si è mangiato il futuro dell’Inter per non cedere prima del traguardo. Ha smontato da solo l’intero progetto”

108

Tancredi Palmeri non le manda certo a dire al presidente dell’Inter Zhang, reo secondo il giornalista di aver distrutto l’Inter in pochi mesi.

Pameri, nel suo editoriale per linterista.it trova il colpevole per il trapasso della società nerazzurra che è passata in poche ore dalle stelle alle stalle.

Il giornalista punta il dito contro la proprietà Zhang “perché è la madre di tutte le accuse, di tutti gli errori…La società è sua, ma l’Inter sarebbe dovuta essere posta davanti all’orgoglio personale, se per colpa di quell’orgoglio personale si danneggia la continuità della società”, si legge.

Il peccato originale con cui Zhang ha tradito l’Inter risale allo scorso fine inverno. In quel momento il diktat del governo cinese è rigido: bisogna vendere”.

Per questo vengono incaricate le banche d’affari, ed è così che arriva l’offerta importante. 800 milioni per l’Inter da un fondo”, rivela l’esperto di mercato di Sky Sport.

Zhang vuole 1 miliardo di €, nel frattempo qualcosa cambia: il diktat cinese si ammorbidisce ed è aggirabile, l’importante è operare sottotraccia, non si può spendere ma si può anche non vendere. E lì Zhang cambia idea: decide di comprarsi del tempo con un prestito, sperando tra 3 anni di poter tornare a spendere, e soprattutto vuole essere la prima proprietà straniera a cinese a vincere lo scudetto. Non vuole andarsene proprio ora”.

Tuttavia, scrive ancora il giornalista “quel moto d’orgoglio di marzo di Zhang ha distrutto il progetto. Zhang si è mangiato il futuro dell’Inter per non cedere prima del traguardo…E’ stato un atto di egoismo con cui Zhang ha smontato da solo l’intero progetto”.

In definitiva, secondo il giornalista l’Inter non ha scampo: “E i casi sono due: o avrà perso tre anni, fatto perdere tre anni all’Inter e smantellato tutto quanto costruito per finire comunque a dare le azioni a un fondo; oppure forse arriverà il semaforo verde del governo cinese entro 3 anni, ma anche in quel caso quando e se Zhang ricomincerà a investire, ripartirà non dallo scudetto del 2021, ma dal salto all’indietro dove nel frattempo avrà ritrascinato l’Inter”.