Pirlo punge la squadra sull’orgoglio: “Non basta aver ceduto lo scudetto all’Inter?”

199

Dopo aver detto addio al sogno del 10° scudetto consecutivo, Andrea Pirlo si ritrova a guidare la sua squadra verso il raggiungimento di altri due obiettivi stagionali, che appaiono ora irrinunciabili per poter considerare salva la stagione: la conquista della Coppa Italia ma, soprattutto, la qualificazione in Champions League.

“Sarà gratificante tornare da campione d’Italia a Torino, sabato 15 maggio, per decidere il destino della Juve“. Sono queste le parole pronunciate nelle scorse ore dall’ex dirigente bianconero Beppe Marotta, ora dg dell’Inter, che come riportato da TuttoSport, ha contribuito a spingere Andrea Pirlo a fare un discorso alla sua squadra, nel tentativo di ottenere una vigorosa reazione in vista del rush finale:

Pirlo ieri ha provato a smuovere le corde dell’orgoglio, della rabbia e dell’onore, e ha insistito parecchio sul versante degli atteggiamenti da Juve: non basta aver ceduto lo scudetto all’Inter? Dobbiamo anche rischiare di farci complicare la rincorsa per un posto Champions e guardarli in tv da casa il martedì e il mercoledì? Insomma, l’allenatore ha chiesto di vincere tutte: dal Milan domenica, al Bologna, Sassuolo e… Inter comprese”.