Bargiggia demolisce Marotta e Scaroni: “La loro una condotta elusiva e omertosa”

931

Tiene sempre banco la SuperLega. A ravvivare le polemiche ci ha pensato stavolta Paolo Bargiggia dopo aver appreso da Il Sole 24 ore, che in Lega tutti erano a conoscenza del progetto che intendevano mettere in atto le big del calcio europeo.

L’ex giornalista di Mediaset sul proprio sito rincara la dose a proposito dell’assemblea di Lega consumatasi a febbraio in tempi non sospetti:

Bisogna raccontare veramente la condotta elusiva e omertosa dei dirigenti Marotta e Scaroni presenti a quel Consiglio di Lega dello scorso 16 febbraio in rappresentanza di Inter e Milan; dicono in ambienti vicini alla Lega”, spiffera Bargiggia.

E ancora: “La Lega si è trovata altre volte a parlare del progetto Superlega europea.. Solo che quel giorno, il 16 febbraio, nel corso del Consiglio di Lega, quando l’ad De Siervo e l’addetto alla programmazione Andrea Butti stavano parlando ai consiglieri di temi relativi alla ipotetica Superlega, Scaroni e Marotta avevano abilmente evitato di comunicare che, insieme alla Juventus (non rappresentata nel Consiglio), di lì a poco avrebbero annunciato il Nuovo Progetto naufragato nel giro di 48 ore per la decisa reazione del mondo calcistico e politico”.

Ma, nonostante la richiesta e le pressioni degli altri club, Scaroni e Marotta non si sono dimessi dai loro rispettivi ruoli istituzionali. Di quel Consiglio di Lega dello scorso 16 febbraio di cui tanto si è parlato, siamo in grado di raccontare in esclusiva; tra le altre cose, nel verbale finale, il presidente della Lazio Lotito dichiarò: “dobbiamo bruciare la Superlega…”. Proposito centrato”, conclude Bargiggia.