Chirico: “Preghiamo che resti Ronaldo, non che lo caccino. Elkann fatti vedere, c’è bisogno ancora di una bella ramanzina”

160

Il giornalista Marcello Chirico su ilbianconero.com ha commentato la vittoria in extremis 2-1 della Juventus contro l’Udinese, che permette ai bianconeri di rimanere ancora in corsa per il piazzamento in Champions League:

“Le uniche due cose buone di questa partita con l’Udinese sono il risultato, ovviamente, perché tiene ancora la Juventus in corsa per la Champions League (quando all’84°/85° lottava per la Conference League, nemmeno per l’Europa League), e la grazia che abbiamo avuto di avere Ronaldo, di possedere uno dei giocatori, forse IL giocatore più forte del mondo, insieme a Messi. Un giocatore che se vuole, quando vuole, da solo risolve le partite, e se non avesse avuto voglia non l’avrebbe risolta nemmeno stasera. Visto che Ronaldo è “quello che non ha voglia, quello che bisogna assolutamente vendere perché costa troppo e con quei soldi compriamo un altro”. Chi? Non ne esistono tanti come Ronaldo, gente ancora in grado a 36 anni di risolvere le partite. E grazie a Ronaldo, probabilmente, andremo ancora in Champions League, quindi preghiamo che resti Ronaldo, non che lo caccino.

E che vengano cacciati altri, perché oggi ho visto una Juventus oscena, imbarazzante, una cosa abominevole, peggio di tutte le altre volte, una squadra senza voglia, il nulla assoluto, una squadra di rammolliti. Rammolliti che prendono un gol pazzesco e rimangono fermi, tutti a guardarsi in faccia. Una cosa vergognosa, solo che la vergogna è andata avanti per 90 minuti, perché le uniche due lampadine sono state accese da Ronaldo, che si cerca il rigore con quella punizione (che senza il braccio di De Paul forse per la prima andava in porta dopo tanti tentativi), lo trasforma e poi è andato a fare il 2-1. Grazie Ronaldo.

Però, se fossi John Elkann domani mi ripresenterei di nuovo alla Continassa e stavolta parlo anche a tutti i rammolliti della squadra, oltre che anche all’allenatore che probabilmente salverà ancora una volta la panchina. Non c’è gioco, deve rendersi conto che questa squadra lui non ce l’ha in mano, non riesce ad allenarla. È inallenabile? Probabilmente sì, è una squadra inallenabile, ma lui non è proprio in grado di farlo, perché peggiora di partita in partita. La squadra dorme, la squadra è molle, la squadra non percepisce quello che lui dice.

E anche Paratici la smetta di scendere in campo e di andare a protestare con l’arbitro. Per cosa? Per una punizione non data a Cuadrado? Per il nulla. Questo è il sintomo che c’è tanto nervosismo, ma se lo tenga per lui, e quando è in tribuna lasci perdere WhatsApp. Guarda la partita Paratici, guarda la squadra che tu, con Nedved, hai messo in campo e produce questo spettacolo veramente orripilante.

Elkann chiama o fatti vedere, perché c’è bisogno ancora di una bella ramanzina, perché la Champions non è ancora conquistata e per miracolo e grazie a Ronaldo la Juve è ancora in corsa, ha concluso Chirico.