Juve, Cobolli Gigli: “Si deve agire con calma e cambiare gli attori”

68

Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, ha affrontato il tema incandescente relativo al futuro dell’allenatore Andrea Pirlo ed al suo eventuale sostituto.

Queste le sue parole ai microfoni di Radio CRC:

Si parla di Max Allegri alla Alex Ferguson, nella Juventus della prossima stagione. E’ chiaro che gli azionisti di maggioranza, tenendo in conto che parliamo di una società quotata in borsa e che deve considerare anche l’opinione delle minoranze, dovranno prendere delle decisioni, cercando però sempre di ricordare lo stile Juve”.

Cobolli Gigli sostiene che “non serve nessuna scelta roboante, si deve agire con calma, pensando magari a cambiare gli attori che hanno recitato fino a questo momento”.

Andrea Pirlo? Bravo calciatore in passato, cercherei di fare di tutto per confermarlo anche come allenatore. E’ stato un grande campione, ne sa di calcio ed accettato la proposta del presidente della più importante società italiana. Non poteva che dire di sì. Se avesse rifiutato, non avrebbe avuto gli attributi”.

Pirlo, secondo l’ex presidente della Juventus “ha deciso di vivere questa avventura piena di rischi e devo dire che non è stato molto aiutato dai calciatori. Ci sono giustificazioni. Se, per sorte avversa, non centrasse la Champions League, gli stringerei la mano con cordialità”.