Pavan: “Chiellini e Buffon? Chi ha fatto la storia, non potrà mai essere un problema”

49

Il giornalista Massimo Pavan su tuttojuve.com ha parlato della girandola di voci in merito al futuro di Chiellini e Buffon, argomento sul quale è intervenuto ieri anche il capitano bianconero.

“A volte si perde un po’ di vista la realtà – ha commentato Pavan -, i campioni bianconeri che hanno fatto la storia, non potranno mai e poi mai, essere un problema, anzi, sono e saranno sempre un grande valore aggiunto per la causa. Anche in questa stagione Gigi Buffon e Giorgio Chiellini hanno dato e stanno dando il loro contributo, ovviamente non sempre presenti, ma di grande peso sia dentro al campo, quando vengono chiamati in causa, che fuori dal campo con i consigli per i più giovani.

La loro presenza non può e non deve essere ingombrante ma deve essere di assoluto stimolo e aiuto ai giovani ed ai nuovi, che non conoscono ancora come dovrebbero il mondo zebrato.

Ecco, quindi, che Giorgio Chiellini ha voluto spiegare in modo molto chiaro e diretto la situazione per il presente ma anche per il futuro: “Nel periodo in cui ero in Nazionale sembrava fossi un problema e si parlava del fatto se io e Gigi avrevamo rinnovato oppure no. Ma quella è una cosa non vera, non esiste attualmente un problema, non lo siamo mai stati, non lo siamo e non lo saremo mai. Con grande onestà è fantamercato e non si pone il problema. Con un’altra maglia, con tutto il rispetto non in Italia o in Europa, quello no di sicuro, ma si tratta di fantamercato. Non è proprio attuale. Sono e siamo tutti concentrati su Zapata, Muriel e Malinovskyi, quindi ho già tanti pensieri per dover stare dietro a tutto il resto ed è lontanissimo dalla mia concentrazione attuale”.

Il futuro, quindi, si deciderà con estrema calma, parliamo di due bandiere, che se vorranno potranno restare nella loro casa o se invece vorranno fermarsi avranno tutto il diritto per farlo. Sono ancora importanti in campo, ma anche fuori, dove sono un esempio per tutti.

Ovviamente non possono avere il rendimento e lo stesso fisico degli ultimi anni, ma sono bandiere importanti, per non dire fondamentali del progetto bianconero”.