Andrea Bosco demolisce il giocatore della Juve: “La sublimazione del nulla. È come il celebre “cubo”: da qualsiasi parte lo giri ti incasini”

237

Il giornalista juventino Andrea Bosco scrive dopo la vittoria della Juve sul Genoa:

Dopo aver escluso miglioramenti sul piano del gioco da parte della Juve (“i difetti sembrano endemici. Gli errori, grossolani: nella lettura del gioco, in fase di impostazione, in fase difensiva e anche nelle conclusioni”), Andrea Bosco demolisce Arthur: “Il brasiliano merita un capitolo a parte: incapace di verticalizzare persino in superiorità numerica. Un tocco, due, tre: avvitamento a 180 gradi e infine un passaggio di un metro. La sublimazione del nulla. Arthur è come il celebre “cubo”: da qualsiasi parte lo giri ti incasini”.

Se lo cedi fai un bagno. Ma se lo tieni rimane l’equivoco di un giocatore che “pensa“ un calcio che in Italia non ha cittadinanza”

Una cosa è certa. Secondo l’ex giornalista del Guerrin Sportivo “la Juventus va rimodellata. C’è un nucleo attorno al quale ricostruire: il polacco, il texano, Bonucci, Demiral, De Ligt , Danilo, Cuadrado, Chiesa, Kulusevski, Morata (se l’Atletico farà uno sconto sul riscatto)”.